Frane sui binari: ‘manca una presa di coscienza reale’

Pascuzzo (Pdci) interviene sui problemi e parla di metrò leggera

 

“MANCA una presa di coscienza reale di quella che è la portata del dramma vissuto da queste popolazioni”. E’ quanto sostiene Luigi Pascuzzo a proposito dei problemi causati dalle frane lungo la linea ferroviaria Cosenza-Catanzaro, in territorio della valle del Savuto. L’esponente dei Comunisti Italiani interviene all’indomani dell’incontro fra vertici delle Ferrovie della Calabria, amministratori locali e rappresentanti degli utenti. Pascuzzo parla di “irresponsabile corsa a minimizzare la gravità del problema” e chiama in causa gli esponenti politico-istituzionali “dai quali – scrive – ci si sarebbe aspettato un grido di dolore e magari qualche utile suggerimento per alleviare le sofferenze dei propri amministrati”. Il dirigente del Pdci ritiene infatti “insufficiente ma passibile di eventuali integrazioni” la proposta di servizi avanzata dalle Fdc rispetto alle comunità poste a sud di Rogliano, ovvero Marzi, Carpanzano, Scigliano, Colosimi e Bianchi. Luigi Pascuzzo pone l’accento, quindi, sul tracciato delle Ferrovie della Calabria considerandolo un potenziale volano di sviluppo anche in rapporto al progetto di metrò leggera di superficie. “E’ utile ricordare – fa sapere il rappresentante dei Comunisti Italiani – l’azione mirata a far crescere questo territorio, risalente a qualche anno fa, allorché un lungimirante amministratore delle Ferrovie della Calabria individuò proprio nella metropolitana leggera l’occasione di riscatto del Savuto e della Presila”. “Oggi – conclude Pascuzzo – tutto questo è scomparso dall’agenda politica e parlare di metrò leggera equivale a ipotizzare un collegamento fra il Capoluogo e il comune di Rende, con buona pace dei nostri zelanti amministratori locali che rinunciano, forse inconsapevolmente, a una delle poche opportunità di crescita per queste aree sempre più emarginate dal resto della provincia e della regione”.

 

G. St.

 

 

Nella foto: Luigi Pascuzzo (Pdci).

 

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com