Rogliano: prosegue ‘Italian Studes Program in Italy’

Trentacinque studenti americani ospiti a Rogliano/Marzi

 

LA LINGUA italiana continua ad attrarre studenti di tutto il mondo in un contesto globale che tende ad intensificare gli scambi economici e commerciali migliorando anche il quadro delle relazioni sociali e culturali fra Paesi diversi. A ciò si aggiunge l’interesse per il paesaggio, l’arte e le tradizioni, elementi non secondari rispetto allo studio ed alla promozione linguistica nel nostro Paese. Il bisogno di conoscenza della lingua italiana è legato a due ragioni: la prima perché quella italiana è una cultura universale, la seconda perché esiste nel mondo una seconda Italia. Avviato già da alcuni anni, il progetto ‘Italian Studes Program in Italy’ – oltre all’aspetto puramente didattico punta allo scambio di conoscenze ed alla interazione fra esperienze e culture differenti. Dal 2 maggio scorso trentaquattro giovani universitari di età compresa fra i 18 e i 23 anni sono ospiti di 26 famiglie residenti nell’area Rogliano/Marzi, per un periodo di soggiorno che consentirà loro di rapportarsi con la realtà locale, interagire con il mondo della scuola, portare avanti il programma di studi, svolgere attività di svago e conoscenza sul territorio. Si tratta di una esperienza innovativa, unica in Calabria, promossa dal Dipartimento di Italianistica della University of Washington di Seattle in collaborazione con il Comune di Rogliano. Coordinati dai professori Giuseppe Leporace e Ruggero Taradel, gli allievi americani (29 ragazze – 5 ragazzi – 1 stagista) per la didattica dispongono di alcune aule della Casa delle Culture debitamente attrezzate e provviste di collegamento internet in wi-fi. La University of Washington è il più grande ateneo del nord-ovest degli Stati Uniti che in Italia vanta un campus con diciotto dipartimenti. Nella settimana entrante gli studenti effettueranno una serie di viste guidate a luoghi, monumenti e botteghe artigiane, parteciperanno a concerti e rappresentazioni teatrali. La loro permanenza nel Savuto terminerà il prossimo 5 giugno.

 

 

Fonte: Amministrazione comunale di Rogliano.

 

 

Nella foto: Giuseppe Leporace, Ruggero Taradel, Mariano Greco, Tonio Costanzo e Giuseppe Gallo nel corso di un incontro di pianificazione.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com