Partita la sfida per il secondo turno delle Provinciali

Numeri e percentuali della votazione nei comuni del Savuto

 

LA CONTEMPORANEA presenza di ‘candidati di peso’ nelle liste per il rinnovo del Consiglio provinciale non ha prodotto situazioni favorevoli circa la elezione di rappresentanti locali. Del quadro definitivo di quanti siederanno sugli scanni del Consesso cosentino, soprattutto dei nomi dei consiglieri e dei raggruppamenti di appartenenza si avrà contezza, infatti, solo al termine del turno di ballottaggio fra Mario Oliverio (Pd) e Pino Gentile (Pdl), previsto per domenica 21 giugno. Certo è che nella migliore delle ipotesi, a fronte di tre componenti uscenti (Ferdinando Aiello (assessore esterno, Giuseppe Gallo e Marino Reda consiglieri), questa volta il Savuto potrebbe avere eletto un solo rappresentante. Sono state troppe, infatti, le candidature di rilievo che al termine di una estenuante campagna elettorale hanno sostanzialmente finito per annullarsi. Nel complesso il primo turno della competizione elettorale ha premiato il centrodestra, con dati significativi anche in alcune piccole ‘roccaforti rosse’. A Rogliano il maggior numero di preferenze è andato a Giuseppe Gallo del Partito Democratico (774), a Ferdinando Falbo del Popolo della Libertà (538), a Roberto Tosti della lista alla Provincia con Pino Gentile (454), ad Antonio Simarco di Rifondazione Comunista (448), ad Alfonso Casale dell’Udc (317), a Roberto Reda della Lista Gentile Presidente (236) e a Vincenzo De Luca del Nuovo Psi (148). Un dato che ha trovato conferma anche nel resto della vallata. Per quanto concerne le comunali, infine, con oltre il 73% di preferenze Antonio Orrico (Santo Stefano di Rogliano) è stato il sindaco più votato della zona. “Il merito è della gente – ha detto Orrico – che ha valutato l’operato dell’Amministrazione uscente ed ha espresso la sua preferenza”. A seguire Raffaele Rizzuti (Colosimi – 54,49%), Antonio Riga (Parenti – 51,54%), Francesco Villella (Bianchi – 50,47%), Mario Guzzo Foliaro (Malito – 50,40%), Antonella Leone (Pedivigliano – 43,67%), Giovanni Battista Notarianne (Grimaldi – 42,77%) e Carlo Arcuri (35,03 – Scigliano). Il comune del Savuto con la più alta affluenza alle urne è risultato Bianchi (82,92%), Malito quello con la più bassa (55,22%).

 

Gaspare Stumpo

 

  

Nella foto: il rieletto sindaco di S. Stefano di Rogliano, Antonio Orrico, firma autografi-ricordo alle due di notte tra l’entusiasmo generale.

 

 

 

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com