‘Il pane nella gastronomia e come elemento culturale’

di Gaspare STUMPO

 

CONTINUA a ricevere consensi, giudizi positivi e premi prestigiosi per la ricetta e per la tecnica di cottura, ma anche per la lievitazione, il sapore e l’olfatto. Il pane di ‘Cuti’ – nome legato al luogo di produzione, l’antico quartiere Cuti di Rogliano, è parte integrante della tradizione locale, nonché elemento portante del commercio prodotti da forno destinati al mercato cosentino e a quello di altre regioni italiane. Una ‘realtà in movimento’ che da oltre vent’anni garantisce qualità e prestigio all’arte panificatoria calabrese. A lievitazione naturale, cotto esclusivamente al forno a legna, quello di Cuti ricorda il pane di una volta e “si distingue per l’inconfondibile gusto e l’inimitabile profumo” – conservando per diversi giorni l’originale fragranza. Nei mesi scorsi è stato realizzato il progetto ‘Le mani in pasta’ – una iniziativa curata da Antonio Alessio e Giuseppina Oliveti assieme al Circolo didattico di Rogliano, promossa con l’obiettivo di fornire agli alunni delle scuole elementari conoscenze teoriche e pratiche sul pane ed altri prodotti da forno. Il pane, dunque, come elemento culturale e didattico per approfondire la ‘conoscenza’ dei più piccoli e delle nuove generazioni. Pane di Cuti ma anche pane di Rogliano, una cittadina che si distingue, storicamente, per la presenza di più panetterie in grado di soddisfare il gusto dei palati più esigenti. Il consumatore ha la possibilità, infatti, di scegliere tra diverse forme e qualità di pane, prodotti nei forni del capoluogo e in quelli delle frazioni. Tutti di ottimo gusto e pregio nutrizionale. Nel Savuto, ricordiamo, grazie all’impegno dell’associazione Acli di Santo Stefano di Rogliano, già da qualche anno vengono organizzate una serie di manifestazioni dal titolo “Sulle tracce del pane …” – che permettono di riscoprire un interessante spaccato di civiltà contadina, con aspetti dedicati alla ‘Memoria’ che mettono in risalto usi, costumi ed abitudini del passato. Un lavoro meritevole che arricchisce l’attività di ricerca sul territorio e la stessa microstoria.

 

Nella foto: prodotti da forno del Savuto.

 

Fonte

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com