Rogliano, scuola si pone come stimolo per territorio

In due plessi attuati otto moduli di 1° e 2° livello

 

ACCRESCIMENTO del sapere e formazione, ma anche progetti mirati grazie ai finanziamenti derivanti dai Fondi Sociali Europei, per migliorare le competenze dei giovani e la funzione della scuola sul territorio. Il Circolo didattico di Rogliano, nei plessi di via D’Epiro e via Tien An Men, ha attuato otto moduli (quattro di italiano e quattro di matematica) di primo e secondo livello, con il coinvolgimento di centoquaranta alunni. Moduli che hanno segnato la partecipazione di dodici esperti e dodici insegnanti tutor. Le attività si sono concluse con una manifestazione presso il teatro comunale di Rogliano, alla presenza di alunni,  autorità scolastiche, civili, religiose, di un gruppo teatrale dell’Acquario di Cosenza, e di alcuni docenti e studenti dell’Università di Seattle (Washington) che nelle scorse settimane hanno operato nel Circolo a contatto con le classi prime, seconde e terze mediante l’attuazione di un progetto di scambio culturale. Particolarmente interessante è risultata l’iniziativa conclusiva del progetto ‘Le mani in pasta’ – proposto dal panificio Cuti e portato a termine dalle classi seconde, e quella che si è tenuta presso il PalaDeSiena che nei giorni scorsi ha visto protagonisti piccoli atleti ed atlete.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: un momento dello spettacolo teatrale.

 

 

 

***

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com