Chiavi della città  al pittore e scultore Giuseppe Gallo

Presenze importanti per il riconoscimento a un grande artista

 

“GALLO è un artista che accetta le sfide e si confronta. E’ un professionista dell’ultima fase del Novecento che inizia col Futurismo e si conclude con il ritorno ai valori espressivi della pittura”. E’ quanto ha detto il critico d’arte Tonino Sicoli a proposito di Giuseppe Gallo, l’artista di origini roglianesi fondatore della Nuova Scuola Romana, molto noto a livello internazionale per le sue creazioni in materia di pittura e di scultura. Gallo ha ricevuto le ‘Chiavi della Città’ per le capacità, l’impegno ed il successo ottenuto nel settore dell’arte e della cultura, ma anche per il legame con la sua comunità di origine. “Un figlio illuminato di questa terra – ha detto il sindaco della città – che rappresenta un punto di riferimento e motivo di orgoglio per Rogliano, il Savuto e l’intera Calabria”. Il riconoscimento è stato consegnato nel corso di un Consiglio comunale straordinario che si è tenuto nelle scorse ore presso il museo di arte sacra alla presenza di rappresentanti delle istituzioni, del mondo della cultura e dell’associazionismo. Alla iniziativa ha partecipato anche l’ex assessore regionale alla Cultura, Sandro Principe, tra i maggiori estimatori del maestro. “Trovo questo evento di grande suggestione culturale” – ha detto Principe, che ha parlato dell’importanza di investire anche in arte e cultura  per vincere le sfide del presente e del futuro. Nato a Rogliano nel 1954, Giuseppe Gallo si è trasferito a Roma sul finire degli Anni Settanta per frequentare la facoltà di Architettura. Le sue opere sono state esposte in alcune tra le più prestigiose manifestazioni nazionali ed internazionali. “Sono intimamente commosso – ha detto. E’ impossibile dimenticare le proprie origini”. Nel corso della manifestazione, alla quale è intervenuto anche l’assessore comunale alla Cultura, Mario Altomare, è stato tracciato un ampio profilo dell’attività dell’artista, che alla fine ha descritto personalmente il significato di alcune tra le sue opere più importanti. Giuseppe Gallo ha confermato la preparazione di due mostre, a Milano e  Saint Etienne (Francia). E’ un lavoro “a quattro mani” con il noto architetto romano Massimiliano Fuksas.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: l’artista Giuseppe Gallo e l’omonimo sindaco di Rogliano durante la consegna del riconoscimento.

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com