C’è quel Sud. Nuovo lavoro musicale per Sandro Sottile

Eugenio Bennato direttore artistico del Cd

 

“SUD di civiltà e di emigrazioni, sud di sogni e di emozioni, sud di mari e naviganti e di briganti”. Il ritornello di una canzone può essere la sintesi di un lavoro che con la sua musica, la sua poesia rappresenta un inno al sud, alla sua storia ed alle sue tradizioni. Come avviene nel nuovo album di Sandro Sottile, che s’intitola appunto C’è quel Sud. Autore di testi, poeta e presepista, soprattutto cultore di tradizione popolari, Sandro Sottile è un musicista molto noto per lo studio e la realizzazione di strumenti come la zampogna e la ciaramella, che ha collaborato con Narratiuncula, Alchimia Popolare, Zona Briganti, Danilo Montenegro e, recentemente, con Eugenio Bennato. “Sandro scrive canzoni da una sponda diversa – ha detto quest’ultimo – distante dalla folla tumultuante dei cantanti e autori e impresari impegnati nella mischia del successo effimero benedetto e maledetto, dal potere dei burattinai che vendono l’anima e la faccia alle televisioni commerciali”. Nel lavoro di Sottile, che segna anche la direzione musicale di Francesco Altomare e la presenza di Roberto Menonna ai tamburelli, Bennato appare come direttore artistico. C’è quel Sud è anche una associazione artistico-culturale, ma anche una proposta didattica elaborata dall’Istituto d’istruzione superiore ‘A. Guarasci’ di Rogliano, che ha consentito scambi etnico-popolari in terra di Puglia con gruppi come i Cantori di Carpino e i Tamburellisti di Torrepaduli. Al nuovo cd di Sandro Sottile hanno partecipato, tra gli altri, Giuseppe Salfi, Fabio Marasco, Marco Vizza, Antonietta Russo, Ilenia Cuzzolino e Angelo Sposato. Il cantautore roglianese questa sera si esibirà in diversi concerti estivi all’aperto. “C’è quel Sud – ha scritto Francesco Lesce – è un progetto che si colloca nel vasto orizzonte di movimenti e di ricerche che, in questi anni, hanno dato vita a percorsi di autonomia culturale nel tentativo di restituire al sud la sua antica dignità di soggetto del pensiero”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: la copertina del Cd.

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com