Bianchi, Rivolta vince il Palio dei Rioni

di Pasquale TAVERNA

 

IL RIONE “Rivolta” si aggiudica la 3^ edizione del Palio dei Rioni. Un’avvincente manifestazione che per quattro serate ha divertito ed entusiasmato un numeroso pubblico, non solo locale ma anche dei paesi limitrofi. La gara è stata un vero tripudio di emozioni, durante la quale i quattro Rioni Serrapapaglio (Serradipiro-Palinudo-Paragolio-Staglio), Rivolta (Censo-Via provinciale) Briganti (Murachi-Ronchi-Vitale-Via Curazzo) e Rabbit One (Bianchi centro) hanno catturato l’attenzione delle famiglie, dei giovani e ragazzini, rimasti in piedi fino a tarda ora per sostenere i propri beniamini. La manifestazione, inserita nel cartellone estivo “Agosto biancaro” oltre al successo personale ha evidenziato come un gruppo di giovani laboriosi, spronati da Francesco Caggiula, sono stati capaci di allestire un evento complesso, ma genuino nel quale circa duecento persone dai quattro ai sessant’anni sono stati protagonisti. La gara, eccetto la serata di inizio aggiudicata al Rione Briganti, ha subito evidenziato la determinazione e la bravura del Rione Rivolta. Tantissimi i giochi organizzati in Piazza Matteotti, dall’esercizio singolo, in coppia, in quello della piccola e della grande squadra e giudicati in base alla spettacolarità delle prove, alla precisione e al grado di difficoltà. Attenti e atletici i giudici di gara, che hanno avuto il duro compito di stare dietro gli “agguerriti” concorrenti concentrati sulle singole prove. Anche la brava presentatrice, professoressa Giuliana Pugliano non ha avuto un minuto di pausa, sempre accorta  per commentare e spiegare il nutrito carnet di prove tra cui (tiro alla fune, gioco dell’uovo, carriola, palloncini, sacchi, cerchi e tantissimi altri). Giochi che hanno richiamato al folto pubblico adulto i loro divertimenti semplici e genuini di un tempo lontano. La classifica finale ha aggiudicato 65  punti al Rione Rivolta, 57 ai Briganti, 56 a Rabit One e 50 a Serrapapaglio detentore del titolo. Il passaggio del testimone “trofeo” da parte del sindaco Francesco Villella al caporione di Rivolta, Mario Carpino ha entusiasmato i fans e per la verità anche gli altri Rioni, uniti in un abbraccio e festeggiamenti fino a notte fonda. Infine è stato premiato il più piccolo dei partecipanti, Jiole 4 anni,  il più grande Luciano Raul (58); il Rione più simpatico Rabbit One ed assegnato il premio per la migliore coreografia ai Briganti, ispirata alla vita del brigantaggio, rievocando la figura del leggendario e spietato Pietro  Bianco. Soddisfatto il sindaco Francesco Villella che ha elogiato gli organizzatori ed esaltato il senso dell’amicizia, partecipazione e anche quel pizzico di agonismo necessario in queste competizioni.

***

 

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com