‘Nessun dorma’ slogan perfetto per la Notte Bianca

Bianchi, successo per la seconda edizione dell’evento

 

LO SLOGAN “Nessun Dorma” anche quest’anno ha padroneggiato nella 2^ edizione della “Notte bianca…ra”. Il motto, personalmente scelto dal sindaco Francesco Villella, la cui amministrazione comunale, in collaborazione con la Pro Loco ha riproposto la notte più lunga dell’estate biancara, l’altra sera ha richiamato una grandissima affluenza di vacanzieri, giovanissimi ed adulti che hanno animato le strade di Bianchi. Una manifestazione riuscitissima, circa duemila persone hanno trascorso una notte sotto le stelle all’insegna “Star bene in compagnia” in un paese dove, l’ospitalità è il fiore all’occhiello. La “Notte bianca…ra”, sebbene al suo secondo appuntamento, insieme al Palio dei Rioni e al Saggio di danza sportiva, è uno degli eventi più attesi dell’alto Savuto, occasione unica di aggregazione e divertimento e capace di far arrivare migliaia di presenze.  Un programma denso di avvenimenti iniziato alle 21 e terminato alle prime luci dell’alba con lo scoppio dei festosi fuochi pirotecnici. La lunga notte biancara, ha avuto inizio in Piazza Matteotti con la sfilata di moda e bellezze nostrane, presentata dal bravissimo Antonio Simarco. Sfondo della passerella, parte della stupenda scalinata (oltre 125 scalini) e il nuovo look di Piazza Matteotti. A sfilare con disinvoltura e un pizzico di emozione circa 20 ragazze e ragazzi, che hanno indossato gli abiti di: D&D Tramonti Decollatura-Tramonti Moda Decollatura e Will Moda e abbigliamento Costanzo di Soveria Mannelli. Sullo sfondo di note canzoni, le mamme, papa e amici hanno applaudito per circa due ore la sfilata che ha incantato e divertito tutti e terminata con un fuori programma che ha emozionato tutti (sfoggio dell’abito da sposa di mamma). La lunga notte biancara, per il piacere soprattutto dei ragazzi è proseguita sul fragore dei tamburi e i folgoranti colori degli sbandieratori Città di Bisignano. Duante la notte, molti negozi, museo delle pergamene e mostra fotografica sono rimasti aperti dando così un tocco di luci e mondanità. Sapori e odori di gustosi prodotti tipici locali, hannao catturato la golosità addolciti poi da genuine crep e cornetti caldissimi. Nella maratona notturna, da rilevare tra gli espositori, anche lo stand del Laboratorio missionario che si adopera per la raccolta di fondi a favore dei bambini africani cui opera Don Battista Cimino.  A Mezzanotte passata, il concerto dei “Sabatun Quartet” sul ritmo stimolante e coinvolgente della loro musica popolare ha regalato due ore di intenso entusiasmo. Divertente la partissima in notturan di calcetto tra donne “Scaple-ammogliate” che ha sancito la vittortia delle giovanissime. Infine, intorno alle quattro del mattino non potevano mancare le gustode e piccanti penne all’arrabiata.  Il revavail del gruppo femminile “ Tetractis” prima e poi  gli “Haverdel “  ha fatto calare il sipario sulla lunga notte biancara e dato appuntamento all’anno prossimo.

 

Pasquale Taverna

 

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com