Presepe di Mendicino, un successo lungo 34 anni

 

GIUNTO alla 34ma edizione il presepe artistico allestito nella cappella della Madonna del Rosario prosegue il suo cammino ed il suo successo. Quella del presepe artistico è ormai una solida tradizione che si tramanda da generazioni di chi si è voluto impegnare gratuitamente e soprattutto con passione, di chi si è impegnato nel rappresentare la venuta del Signore. Una tradizione che segna la storia di Mendicino, una tradizione che tende ad espandersi anche in altre città . Da alcuni anni rappresentiamo la Calabria e la provincia di Cosenza nelle mostre internazionali di Verona e Massa Martana (Terni). Più che una tradizione è ormai diventato una ‘traccia’ indelebile. E’ visitato ogni anno da oltre sedicimila visitatori che da oltre tre decenni giungono pellegrini a Mendicino per contemplare la nascita di Gesù rappresentata ogni anno in un ambiente paesaggistico diverso ma sempre suggestivo ed esclusivo. Molti anni di storia, segnati da fatiche e gioie, preoccupazioni e soddisfazioni, di quanti, parroci e fedeli laici, con spirito di servizio si sono scommessi per lunghe serate autunnali al freddo, alla fine di giornate cariche di impegni ma con lo stesso spirito di attesa che caratterizza il cristiano in quanto particolare tempo di attesa. Ogni anno una scenografia diversa ma sempre originale, sempre apprezzato, valorizzato e premiato. E’ il frutto di tutti coloro i quali con orgoglio si sono scommessi in un’avventura caratterizzata anche da un pizzico di rivalità , intesa nel suo più pacifico significato, nei confronti dei presepi dei paesi limitrofi e dell’intera provincia. Ed ora come sempre è giusto che diamo il giusto riconoscimento ai nostri “mastri presepai” ringraziandoli con la nostra visita. Grazie al gruppo di giovani adulti di quest’anno guidati da Matteo Greco: Franco Acri, Giancarlo Greco, Gino Reda, Giancarlo Cairo, Luigi e Matteo Chilelli, Maria Concetta Trozzo, Fabio Battaglia, Michele Chiarelli, Luigi Caputo, Gigino Ruffolo, Vincenzo Reda, Enzo Sevidio, Enrico Costa. Grazie anche a Gigino e a Giovannino che di tanto in tanto hanno alietato le serate con succulenti piatti caldi. Non è mancato il ‘consiglio’ e la piccola ma preziosa collaborazione del nostro ‘futuro maresciallo’ Salvatore Ruffolo che ogni volta che è tornato non ha fatto mancare la sua ‘presenza’.
 
Antonio ACRI
 
 
 
Tratto da: Comunicando – Giornale della Comunità  parrocchiale San Nicola di Bari in Mendicino.
 
 
 
Guarda il video sul Presepe di Mendicino
 
 
 
Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com