Cellara, zia Elisa ha spento cento candeline

 

CELLARA è un paese di poco più di cinquecento anime, graziosamente arroccato sulla collina tra querce e castagni, con un panorama incantevole che s’affaccia sulla zona di Piano Lago – ‘porta’ per la Sila direzione Lorica. Un piccolo centro di provincia che ha dato i natali a personaggi illustri come il deputato Luigi Fera, accademico cosentino e ministro nei governi Boselli, Orlando e Giolitti susseguitisi tra il 1916 e il 1921. Di quella importante figura Elisa Greco ricorda diversi particolari e circostanze, essendo nata il 29 gennaio 1910 da Alfonso e Chiarina Fera. Una donna autorevole, che in cento anni ha visto cambiare il volto e la storia del suo paese. Che ha amato e guidato la famiglia praticando e insegnando valori come il rispetto e l’onestà , l’attaccamento al lavoro. Venerdì sera tutta Cellara ha festeggiato zia Elisa in occasione del suo secolo di vita. Una grande festa popolare contraddistinta da più momenti: la visita degli amici presso la sua abitazione, la cerimonia in municipio, la Santa Messa di ringraziamento, il gran buffet con finale di fuochi pirotecnici. All’evento istituzionale hanno partecipato i nipoti Carlo e Domenico Andrieri con le rispettive famiglie, il vice sindaco Gioconda Minardi, la segretaria comunale Loredana Candelise, i rappresentanti del Civico consesso, il parroco don Francesco Spadafora e, naturalmente, la comunità  di Cellara che l’ha definita affettuosamente “uno scrigno di memoria”.
Gaspare Stumpo
 
Nella foto: Elisa Greco assieme al vice sindaco e ai nipoti Carlo e Domenico.
 
Fonte della Notizia: il Quotidiano della Calabria.
Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com