Savuto, pioggia e neve aggravano l’emergenza

 

NON SI PLACA l’ondata di maltempo che da più giorni, come nel resto della provincia, sta mettendo in ginocchio il Savuto. Nella zona i comuni sono alle prese con piccole e grandi problematiche legate alla presenza di frane e colate di fango sulla rete viaria interna e nelle aree rurali. L’attenzione resta alta a causa della precarietà  idrogeologica con situazioni limite in alcuni contesti territoriali. Ad alimentare lo stato di difficoltà  ieri è sopraggiunta la neve, che ha creato problemi alla circolazione degli autoveicoli con auto in panne, piccoli incidenti, rallentamenti nei centri abitati e problemi maggiori nelle località  di montagna, in particolare nelle frazioni silane per la presenza di soggetti in trattamento dialisi. Nel comprensorio continuano a destare preoccupazione i frequenti smottamenti sulle strade, in particolare nella cintura grimaldese, tra Carpanzano e Scigliano, sulla ex statale 19 a monte del fiume Savuto, quindi sulla provinciale Rogliano, Parenti, Bocca di Piazza a causa di una frana in località  ‘Casino Conflenti’ e per il ruscellamento di acqua nella frazione ‘Mola’ – con colata di fango e detriti sulla carreggiata. Il maltempo delle scorse ore è alla base anche della rottura di una tubatura dell’acquedotto Merone in località  ‘Piano Pardo’ – che ha prodotto piccoli disagi alle utenze domestiche. Eventi improvvisi e di difficile gestione che continuano ad incidere sul contesto ambientale: siccità  ed incendi boschivi in estate, alluvioni e frane in inverno. Scuole ancora chiuse. Attenzione alta per la possibile presenza di ghiaccio.
G. St.
 
Nelle foto: La stazione ferroviaria di Rogliano sotto la fitta nevicata delle scorse ore.
 
Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.
Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com