Provinciale 241, si transita dalle ore 9 alle 21

BUONE NOTIZIE per gli abitanti di Carpanzano penalizzati dalle ordinanze di divieto sul tratto in dissesto della Sp 241, che in questi giorni hanno precluso il transito veicolare e pedonale in territorio di Marzi con gravi disagi per gli utenti diretti nell’area di Rogliano. Nella zona dell’ex statale 19 interessata da fenomeni di smottamento, da alcune ore si dovrebbe transitare a senso unico alternato, con impedimento ai mezzi pesanti e presenza, sul posto, di personale della Comunità  montana del Savuto. Sulla bretella realizzata alla periferia di Marzi che già  da tempo funge da variante al tracciato della Sp 241, vigevano, ricordiamo, due ordinanze: la prima, datata 2 marzo 2010, dell’ente provincia di Cosenza, che vietava il transito ai mezzi pesanti e fissava il limite di velocità  (dal km 143 al  km 151), la seconda, del sindaco di Marzi, datata  15 marzo 2010, che vietava il transito veicolare e pedonale nei pressi della variante, nel punto di collegamento con la ‘Strada delle Vigne’. Rassicurazioni tecniche circa la tenuta dell’infrastruttura e utilizzo circoscritto della stessa, sono alla base del nuovo provvedimento. E ciò in attesa di interventi più radicali che dovranno consentire il risanamento e la messa in sicurezza dell’area in frana o la realizzazione di collegamenti alternativi. In questi mesi le gravi situazioni di criticità  strutturale riscontrate nelle zone rurali e fluviali, sul sistema della viabilità  locale e sui tracciati ferroviari, hanno destato forti disagi tra i cittadini. Anche i sindaci hanno dovuto fare i conti con la precarietà  delle infrastrutture, con la mancanza di fondi e talvolta con le polemiche derivanti dalla condizione di difficoltà  e di isolamento di alcuni centri abitati e contrade interne della vallata. Come nel caso di Parenti, località  che ha subito i problemi maggiori a causa della lunga interruzione sulla strada provinciale 242 dovuta alla grossa frana presente il località  ‘Fuochi’. Interruzione che ha generato un vero e proprio stato di emergenza che ha inciso sulla mobilità  dei residenti e sulla stessa economia della zona. La popolazione di Parenti, ma anche le attività  agroalimentari e commerciali hanno risentito molto della problematicità  dei collegamenti. Che dovrebbe restare tale ancora per pochi giorni. Sul corpo stradale interessato dalla frana (e dopo l’apposito studio geotecnico) a breve dovrebbe essere ultimata infatti la piattaforma in strati di argilla espansa e calcestruzzo in grado di consentire il passaggio degli automezzi leggeri.

Gaspare Stumpo

 

Nella foto: la strada variante posta lungo la Sp 241 in territorio di Marzi sulla quale vigeva il divieto di transito veicolare e pedonale.

 

Fonte della notizia: Il Quotidiano della Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com