Comunità  montana, finanziata ‘isola ecologica’

LA COMUNITA’ MONTANA del Savuto è risultata seconda nella graduatoria predisposta dal dipartimento Politiche dell’Ambiente. La Regione Calabria ha reso noto l’elenco degli enti locali (comuni, consorzi e raggruppamenti di comuni e comunità  montane) che usufruiranno dei contributi per la realizzazione o l’adeguamento di centri di selezione a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti. Le isole ecologiche, ricordiamo, sono delle aree attrezzate per la raccolta e la selezione dei rifiuti (anche ingombranti) predisposte per lo smaltimento corretto e l’eventuale riciclaggio di materiali. Si tratta di sistemi avanzati introdotti anche in seguito a normative nazionali che tendono al recupero di risorse, a contrastare il fenomeno delle discariche abusive e a tutelare l’ambiente. La Comunità  montana del Savuto ha redatto un progetto di ‘eco piazzola’ (giudicato ammissibile) che prevede la realizzazione di una struttura nel territorio di Belsito, con fruibilità  intercomunale. L’iniziativa della Cms (costo complessivo: 176.471,00 euro) sarà  finanziata (150.000,00 euro) con fondi Por Calabria Fesr 2007-2013. La proposta ha ottenuto la seconda posizione dopo quella dell’Unione dei Comuni del Versante Ionico. Nei primi posti della graduatoria delle domande da ammettere a finanziamento figurano pure Rende, Cosenza e diversi altri comuni della provincia. Soddisfazione è stata espressa dal vice presidente della Comunità  montana del Savuto, Pasquale Altomare, che ha sottolineato la finalità  della iniziativa ma, soprattutto “il lavoro di rete” messo a punto dall’ente con i comuni del comprensorio e l’aspetto tecnico legato alla stesura del progetto. “Quando si lavora in questo modo e con le giuste professionalità  – ha spiegato Altomare – si ottengono sempre ottimi risultati”.

G. St.

Nella foto: il vicepresidente della Cms, Pasquale Altomare.

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com