Piano Lago – Medio Savuto: De Rose scrive a Gentile

IL PRESIDENTE della Comunità  montana (nella foto) ha inviato una missiva avente oggetto la questione della strada a scorrimento veloce che da più anni è fonte di polemiche e preoccupazioni anche per le sue condizioni strutturali. Nei mesi scorsi, ricordiamo, si era parlato di un possibile finanziamento regionale per la messa in sicurezza del versante a monte del torrente Lara e la sistemazione della bretella di collegamento con la ex statale 19 tra i comuni di Marzi e Rogliano. Il primo (ed unico) tratto della Piano Lago–Medio Savuto è stato realizzato (su delega della Regione Calabria) proprio dalla Comunità  montana. Pochi chilometri di infrastruttura costruiti a margine dei centri abitati di S. Stefano, Rogliano, Marzi e Carpanzano, a partire dall’area di Piano Lago. Un progetto finanziato dal Cipe in due lotti: il primo in provincia di Cosenza, il secondo (Coraci–Marcellinara) in provincia di Catanzaro. Nelle intenzioni iniziali l’arteria doveva servire, infatti, a collegare le periferie dei due capoluoghi, favorendo un collegamento alternativo alla Salerno-Reggio Calabria e alla stessa Ss 280 Lamezia Terme–Catanzaro, attraverso le valli del Savuto e del Corace, ma anche un miglioramento della viabilità  appannaggio dei centri interni. Un progetto che oggi rischia di trasformarsi in una incompiuta con gravi ripercussioni per l’ambiente a causa dello stato di dissesto presente in territorio di Marzi. La Comunità  montana del Savuto è tornata a chiedere l’utilizzo delle somme residue per l’effettuazione degli interventi necessari alla messa in esercizio. “Il tronco catanzarese – ha spiegato De Rose – anch’esso iniziato per il 1° lotto (Ss 616 Decollatura) da parte della provincia di Catanzaro, è in fase di completamento, mentre il secondo ha ottenuto un finanziamento di 40 milioni di euro per l’annualità  2010 ed un finanziamento di 30 milioni di euro per l’annualità  2011, a valere sui fondi Fass”. Il presidente ha chiesto un incontro presso la sede regionale, ma soprattutto ha rinnovato l’invito “affinché si pongano in essere tutte le strategie necessarie per il completamento dei successivi lotti, per i quali – ha scritto – sono stati redatti i progetti esecutivi”.

Gaspare Stumpo

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com