In mostra a Cosenza le opere del roglianese Mazzei

MICHELE MAZZEI è un artista calabrese emergente, che si approccia alla sua prima mostra personale, con un interessante omaggio all’arte del ‘900, attraverso una serie di “contaminazioni” che si riferiscono ad alcuni tra i più grandi artisti di quel periodo, come ad esempio, il futurista Giacomo Balla e non solo. Le sue opere, però, sanno essere originali, missando citazioni dotte ad uno stile personale, che si ispira prevalentemente all’astrattismo, con colori vivi e corroboranti che catturano l’occhio e, secondo un’ottica kandinskyana, l’anima, procurano emozione. Le opere di Mazzei, al tempo stesso, rappresentano anche un omaggio alla terra calabra, attraverso la rivisitazione brillante dei Bronzi e della cultura Greca, di cui la Calabria è stata antico tempio. Un artista, dunque, fresco, che riposrta, nel suo repertorio pittorico, non solo l’amore per la produzione artistica novecentesca, ma anche il suo personalissimo modo di interpretarla, anche alla luce della propria identità  culturale (Raffaella Bucceri).

Breve biografia di Michele Mazzei

– Michele Mazzei nasce a Rogliano (Cosenza) il 2 febraio 1961 dove vive e svolge la professione di architetto.
– Laureato in Architettura il 1987 presso l’Università  degli Studi ‘La Sapienza’.
– Docente di ‘Arte e Immagine’ dal 1995.
– In pittura utilizza l’acronimo Miki.

 

Leggi il programma della manifestazione

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com