L’italo-canadese che sogna di diventare primo ministro

PAUL CALANDRA è un giovane parlamentare eletto nella circoscrizione di Oak Ridges-Markham, un distretto elettorale federale dell’Ontario, stato dove è nato quaranta anni fa. A Rogliano, il paese dei suoi genitori, mancava dal 1991, l’anno dei grandi ricordi, delle belle amicizie e degli affetti. Al suo arrivo lo accolgono le famiglie Simarco-Salvino e Luigi Sarcone, con i quali mantiene un costante ottimo rapporto. Calandra giunge in Italia in forma ufficiale per ritirare il premio istituito dalla pro loco nell’ambito della iniziativa ‘Società  Civile e Cultura per la Legalità ’. “Rogliano – dice – è il paese più bello del mondo”. Lo stesso giorno, dopo l’abbraccio con il premio oscar Mauro Fiore nella vicina Marzi, incontra il sindaco Giuseppe Gallo e l’assessore provinciale al Turismo, Pietro Lecce. Con i quali parla di ‘patto di amicizia’ fra Calabria e comunità  di emigrati residenti in Canada. Calandra, infatti, è componente di due commissioni. “Quello canadese – spiega – è un popolo molto generoso. Paul ha partecipato al G8 dell’Aquila nella delegazione che ha supportato il primo ministro. “E’ stata – spiega – una esperienza che mi ha segnato. Ho ancora negli occhi le immagini delle popolazioni colpite dal sisma. E ricordo molto bene l’affetto della gente d’Abruzzo”. Il Canada, ricordiamo, è tra gli stati che con diversi milioni di euro contribuiscono alla costruzione post terremoto di un centro universitario. “Abbiamo chiesto quale opera finanziabile fosse gradita sul posto”. Che, per quanto è stato annunciato, sarà  progettata in linea con le norme canadesi e costruita con tecnologie anti sismiche ed eco sostenibili tipiche di quel Paese. Un modo per testimoniare il legame di amicizia che unisce Italia e Canada. La giornata di studio e dibattito promossa a Rogliano è un momento importante per Calandra. Che ha l’opportunità  di intrattenersi con autorevoli figure istituzionali, come il generale della Guardia di Finanza Walter Cretella Lombardo, anch’egli di origini roglianesi. “E’ un grande onore ricevere questo premio e abbracciare contemporaneamente la mia famiglia in Italia”. Una frase che appare anche su Twitter. Esperto di questioni giuridico-finaziarie, Paul Calandra è considerato un politico esperto, un “conservatore per scelta e convinzione”. “Ho sempre sognato di fare il primo ministro” – afferma sorridendo. Intanto lavora a stretto contatto con Stephen Harper. Ma un domani, chissà , potrebbe tornare in Calabria da premier.

Gaspare Stumpo

 

Nella foto: l’on. Paul Calandra durante la sua visita a Rogliano.

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

 

savutoweb è anche su Facebook

Amici di Savutoweb

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com