Marzi, danneggiate statue che simboleggiano l’Oscar

“HO TROVATO quaranta statuette che hanno segnato il mio percorso. Quaranta. Avete esagerato!”. Le statuette che Mauro Fiore ha citato nel corso della cerimonia per il conferimento delle ‘Chiavi della Città ’ – non sono altro che le grandi statue in polistirolo color oro collocate a margine della strada principale di Marzi, che rappresentano l’Oscar. Uno degli oggetti coreografici più in vista pensati e realizzati in occasione dell’evento ‘Un Paese da Oscar’ – che si è tenuto il 1° giugno scorso. Tanti oscar in fila lungo l’ex statale che hanno destato curiosità  e commosso il protagonista. “Ad Hollywood è stata una cosa diversa. Sono andato a prendere l’oscar con mia moglie in macchina. E’ una cosa privata, il giorno dopo non abbiamo sentito più niente. Qui – ha detto Fiore – ho visto che è una cosa grandissima. Questa gioia delle persone mi ha fatto sentire l’appartenenza all’Italia e al luogo dove sono nato. E’ stata una esplosione di emozioni”. Ebbene, diverse statue raffiguranti l’Oscar sono state oggetto di vandalismo: distrutte o deturpate.  Un episodio deplorevole da parte di chi, approfittando del buio (e forse di qualche bicchiere di troppo) ha demolito o sfregiato, futilmente, il simbolo della Festa. Il fatto è avvenuto nottetempo ad opera di ignoti, nella zona ‘Castagneto’ – il luogo che lo stesso Mauro Fiore ha citato quale punto di riferimento del suo “ritorno a casa” – la porta d’ingresso al paese. Un gesto per il quale, rimanendo in tema, gli autori meriterebbero l’oscar: quello dell’inciviltà  (g. st.).

Nelle foto: le statue distrutte e, dietro, quelle rimaste in piedi.

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

 

savutoweb è anche su Facebook

Amici di Savutoweb

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com