Ufficio del Sindaco ‘trasferito’ presso la sede della DS

SI COMUNICA che al termine dell’incontro fra Amministrazione comunale e rappresentanti delle Organizzazioni sindacali tenutosi il 4 luglio scorso – avente oggetto ‘Situazione del presidio ospedaliero Santa. Barbara’ – si è proceduto, in data odierna, a spostare l’ufficio del Sindaco e della Giunta municipale di questo Comune presso la sede della Direzione sanitaria del nosocomio cittadino (nella foto) previa comunicazione al sig. Prefetto di Cosenza e al Direttore dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, dott. Pasquale Puzzonia. La decisione è scaturita in seguito alla situazione in cui versa il ‘Santa Barbara’ presso il quale è in atto un vero e proprio processo di depauperamento che trova conferma, principalmente, nella carenza di organico e nella scarsa attenzione verso l’organizzazione dei servizi. Tutto ciò, nonostante la provata efficienza del nosocomio sia dal punto di vista strutturale, sia dal punto di vista strumentale. E’ ormai evidente, infatti, la volontà  di ‘far morire’ lentamente l’Ospedale del Savuto. Per questo è stato deciso di rafforzare il presidio mantenendo l’occupazione simbolica della   Direzione sanitaria e di inasprire la vertenza con azioni destinate a sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica, le forze politico-sindacali e, soprattutto, il Governo regionale. Con il presente comunicato l’Amministrazione comunale annuncia la convocazione di una nuova assemblea pubblica fra sindaci, sindacalisti e cittadini, che si terrà  domani, con inizio alle ore 18, all’interno del ‘Santa Barbara’ – a seguito della quale potrebbero scaturire forme di protesta, anche clamorose. “Non intendiamo arretrare di un millimetro”. Questo il parere del sindaco di Rogliano, avv. Giuseppe Gallo, che in rapporto alla vicenda rivendica – assieme agli altri amministratori del comprensorio – le richieste avanzate nel corso dell’ultimo incontro con i vertici dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, in particolare l’attivazione del servizio Dialisi, della Day Surgery aziendale e l’inserimento della Urologia come seconda branca chirurgica. Ad oggi, ricordiamo, nonostante le rassicurazioni ricevute, il nuovo reparto di Emodialisi continua a rimanere chiuso pur essendo ultimato, quello di Chirurgia generale, peraltro privo di primario, è vicino alla paralisi con liste d’attesa in aumento, mentre l’intera struttura è sottoutilizzata rispetto alle sue normali potenzialità . La situazione sembra dunque essere sfuggita di mano, con l’Ospedale di Rogliano ‘risucchiato’ nel vortice delle problematiche che da più giorni caratterizza il resto dei presidi aziendali. Qualcuno dovrà  pur rispondere di quello che sta accadendo alla rete ospedaliera cosentina, anche per rispetto agli operatori sanitari e alla stessa utenza interessata.

Rogliano, 06 luglio 2010

 

Per maggiori informazioni consultare l’apposita sezione sul sito istituzionale: www.comune.rogliano.cs.it

Fonte: Amministrazione comunale di Rogliano (Cs).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com