Continua la polemica sulla Centrale a Biomasse

LA RAPPRESENTANZA di cittadini che assieme al Forum del Reventino e a quello Ambientalista dice no alla realizzazione dell’impianto termoelettrico di grandi dimensioni nel territorio del comune del Savuto, ha rincarato la dose circa le motivazioni espresse nei giorni Nell’ultimo documento il Comitato ha posto l’accento sul rinvio della Conferenza dei Servizi e sulla stessa deliberazione del Consiglio comunale di Soveria Mannelli, che il 10 luglio scorso ha espresso alla unanimità  “forte e consapevole preoccupazione e totale dissenso, interpretando anche il sentimento della popolazione, alla realizzazione della Centrale a biomasse proposta nel comune di Panettieri”. Il Comitato considera infatti “inquinanti” le emissioni di questo tipo di struttura e si pone a difesa di un’area che ritiene ad  “alta valenza naturalistica” – nonché delle produzioni tipiche e dell’agricoltura di qualità . Le centrali a biomasse, ricordiamo, producono energia elettrica grazie al vapore prodotto dalla combustione di vari materiali di origine biologica come il legno. In una nota delle scorse ore l’Amministrazione comunale di Panettieri ha respinto le tesi dei contrari alla costruzione della struttura affermando, tra le altre cose, che “l’impianto sarà  alimentato esclusivamente a legna vergine, cioè legna che ha subito esclusivamente lavorazioni di tipo meccanico (taglio, macinazione, sminuzzamento) …” e che  “l’autorizzazione richiesta non prevede la possibilità  di utilizzo di alcun altro combustibile se non di legna vergine”. “Quello che Bioenergia Investimenti intende fare è semplicemente valorizzare maggiormente la prima risorsa economica locale: il legno, evitando agli operatori, oltre ai costi di trasporto, anche la concorrenza della legna proveniente da fuori regione” (r.s.).

Nella foto: Panettieri.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com