Comunità  montana del Savuto: idea fattoria didattica

IL RECUPERO dell’importante sito (AZienda Agricola, nda) in località  ‘Jassa’ del comune di Paterno Calabro potrebbe portare ad un primo importante obiettivo: la realizzazione di un progetto destinato alla didattica e alla protezione civile, attraverso un protocollo d’intesa con le associazioni Agesci  e Protezione civile ‘Città  di Rogliano’. Che verrebbe ad attuarsi su buona parte della superficie (sette ettari di bosco, terreno agricolo e aree attrezzate più un fabbricato di circa 350 mq.) che contraddistingue il fondo agricolo di proprietà  dell’Ente, fino a poco tempo addietro in stato di abbandono. La proposta è al vaglio degli interessati e potrebbe attuarsi nei prossimi mesi con una serie di iniziative rivolte alla formazione dei giovani, alla promozione e alla protezione dell’ambiente. Una serie di finalità  perseguite dalla Cms (presidente Giovanni De Rose) che negli ultimi tempi ha rafforzato la propria attenzione nei confronti della Montagna, mettendo in campo strumenti mirati alla prevenzione ed alla salvaguardia del territorio. In particolare, la sinergia messa in campo dalla Comunità  montana del Savuto con le associazioni di volontariato potrebbe portare alla istituzione di campi scuola dedicati al recupero delle tradizioni, alla fruizione della natura e alla difesa del suolo. E’ utile ricordare, in tal senso, che annualmente il dipartimento nazionale di Protezione civile, grazie alla disponibilità  dell’Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani), supporta un percorso formativo che consente la percezione del bosco non come “elemento statico”- bensì come “fattore vivo e di primaria importanza” per il benessere della collettività . Una serie di eventi a carattere nazionale e regionale che potrebbero tenersi all’interno della stessa Azienda agricola di ‘Jassa’. E ciò assieme alla organizzazione di corsi operativi coordinati dalla ProtCiv ‘Città  di Rogliano – Onlus’ – il cui programma mira anche alla salvaguardia, alla valorizzazione ed al recupero del patrimonio artistico, architettonico e paesaggistico locale.

Gaspare Stumpo

Nella foto: l’Azienda agricola della Comunità  montana del Savuto in località  ‘Jassa

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com