I risultati della quarta edizione di ‘Savutambiente’

CONCLUSA la IV^ edizione di Savutambiente, la fiera-convegno della Valle del Savuto, svoltasi a Grimaldi(CS) lo scorso agosto, che ha visto la partecipazione straordinaria di una tappa del Peperoncino Jazz Festival per la prima volta nei comuni del basso cosentino. Tra i risultati raggiunti, la sottoscrizione da parte dell’Amministrazione comunale di Grimaldi, del Patto dei Sindaci, impegno sancito con il Ministero dell’Ambiente e la Commissione Europea per la riduzione del 20% delle emissioni di CO2 nell’atmosfera entro il 2020. Durante il convegno sono stati presentati, a cura del comitato Savutambiente, i report fotografici dell’escursione effettuata dai tecnici e curiosi tra le sponde del fiume Savuto, da cui sono emerse attività  illecite di scarico rifiuti nel torrente Jassa (tra i territori del comune di Paterno Calabro e Cosenza), in cui sono stati rinvenuti oltre 200 pneumatici d’auto, e nel territorio tra il comune di Santo Stefano di Rogliano e Rogliano, nei pressi del depuratore, sul cui sito è presente una discarica a cielo aperto di materiale ingombrante, speciale e probabilmente tossico (vedi foto). Il comitato sta portando avanti le dovute verifiche delle responsabilità  istituzionali per ciò che è stato monitorato e inoltre sta procedendo all’individuazione delle fonti da cui provengono i rifiuti speciali che, in prima analisi, provocherebbero reazioni allergiche pericolose nell’uomo. Bandiere nere, dunque, tra gli "oscar" ambientali di Grimaldi e Marzi a cui lo stesso comitato, guidato da Tommaso Caporale, ha rivolto un monito di salvaguardia e rispetto per i gioielli paesaggistici presenti.

Fonte: Savutambiente.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com