L’A.s.i. recepisce le istanze degli imprenditori di P. Lago

SI E’ CONCLUSA con evidente soddisfazione delle parti la prima fase della vertenza che in questi mesi ha coinvolto gli imprenditori del Savuto riuniti in comitato e il Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Cosenza (A.s.i.). Alle richieste delle imprese, dopo una serie di faccia a faccia istituzionali e l’incontro con l’assessore regionale Antonio Stefano Caridi, è seguita infatti la decisione dell’Asi di modificare (e pubblicare) alcuni punti del Regolamento per la localizzazione delle attività  produttive, la cessione e l’uso dei suoli e dei fabbricati (R.a.p.) per come richiesto dagli industriali. “Un primo importante segnale – ha detto Arturo Crispino – al quale dovrà  seguire un piano di interventi destinato al miglioramento delle infrastrutture e dei servizi”. Crispino, che coordina un nutrito gruppo di dirigenti d’azienda, si è detto “soddisfatto dell’attenzione mostrata dalla Regione Calabria”. “Che – ha affermato l’imprenditore – ha inquadrato il problema” – e dell’A.s.i. “che ha dimostrato intenzioni positive circa l’avvio di un nuovo corso”.  Crispino ha criticato e giudicato invece “passivo” l’atteggiamento dei comuni, quello di Mangone in particolare, per quanto riguarda l’aspetto della viabilità . “Adesso – ha concluso – occorrono investimenti per interventi sostanziali destinati al miglioramento dei servizi primari”. L’obiettivo è quello di mettere le aziende in condizioni di poter operare, competere  sui mercati e creare occupazione. L’attenzione resta puntata sull’adeguamento della rete idrica e fognaria, l’ottimizzazione dei collegamenti, la manutenzione dell’area e l’implementazione di nuovi apparati tecnologici. Il comparto di Piano Lago, ricordiamo, ha una superficie di quasi 140 ettari ricadente nei comuni di Mangone e Figline Vegliaturo, all’interno del quale sono attive una sessantina di aziende. L’A.s.i. di Cosenza, che dal 1962 ha il compito di promuovere e programmare lo sviluppo economico e produttivo dei territori di competenza, opera in rapporto agli agglomerati industriali di Bisignano, Cammarata di Castrovillari, Montalto Uffugo, Follone di S. Marco Argentano, Piano Lago, Rocca Imperiale, Sant’Irene di Rossano, Schiavonea di Corigliano e Trebisacce.

G. St.


Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

 

 

savutoweb.it è anche su:

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com