Presentato il progetto di Distretto rurale del Savuto

L’INIZIATIVA si è tenuta presso la sede dell’Ente montano (Piano Lago) alla presenza di amministratori, tecnici, sindacalisti e rappresentanti delle organizzazioni professionali. Al centro dell’incontro la realizzazione di un Distretto rurale con l’obiettivo di qualificare il sistema agricolo locale e creare nuove opportunità  di sviluppo per il comprensorio. Lo strumento punta alla costituzione di un patto locale, innovativo, che attraverso un progetto di marketing territoriale consenta alle realtà  agro-zootecniche di migliorarsi e diversificarsi in una ottica di modernità , qualità  e rispetto ambientale. In un quadro più generale, il vice presidente della Cms, Pasquale Altomare, ha posto l’attenzione sul ruolo che i distretti rurali possono svolgere nelle aree montane, con particolare riguardo alla formula del distretto come strumento di governance. La proposta è destinata a coinvolgere infatti venticinque comuni (Aiello Calabro, Belsito, Bianchi, Carpanzano, Cellara, Colosimi, Grimaldi, Lago, Malito, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Pedivigliano, Rogliano, S. Stefano di Rogliano, Scigliano, Altilia, Figline Vegliaturo, Piane Crati, Paterno Calabro, Carolei, Dipignano, Serra Aiello e Cleto), Cia, Coldiretti, Confagricoltura,  sigle sindacali e Ordine dei dottori Agronomi e Forestali. In più, la stessa Comunità  montana, la Provincia di Cosenza e le principali istituzioni ed organizzazioni rappresentative del mondo agricolo ed economico. L’assemblea si è conclusa con la decisione di avviare la creazione di un Comitato promotore previa deliberazione degli enti e delle associazioni interessate in quanto, ricordiamo, i distretti rientrano nella logica di aggregazione e di esaltazione delle specificità  e delle vocazioni territoriali. “Siamo convinti che il percorso intrapreso possa portare ad un progetto per lo sviluppo. E’ per questo auspicabile – ha detto il presidente della Comunità  montana, Giovanni De Rose – che la costituzione del distretto rurale avvenga attraverso un iter rapido e condiviso”.  (g. st.)

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com