Santo Stefano, nuovo riconoscimento per Mauro Fiore

IL PREMIO Oscar per la fotografia in Avatar è stato festeggiato nel corso di una manifestazione che si è tenuta nei giorni scorsi a Santo Stefano di Rogliano. Dopo il grande evento di giugno, a Marzi, seguito alla  kermesse di Los Angeles, Mauro Fiore è tornato in Calabria per ricevere altri importanti riconoscimenti: il Premio Carical, il Premio Sabatum (ritirato dai genitori) e un dono-ricordo in ceramica della Compagnia Teatrale del Savuto. Alla iniziativa, che ha segnato la presenza di moltissimi cittadini, sono intervenuti il sindaco Antonio Orrico e il presidente Antonietta Tucci.” La presenza del Premio Oscar nella nostra sede – ha spiegato quest’ultima – è motivo di orgoglio personale e della Compagnia tutta”. Pure il primo cittadino ha pronunciato parole di elogio all’indirizzo di Mauro Fiore, per la professionalità , il talento, ma anche per “la semplicità  – ha detto – tipica dei grandi uomini calabresi”. Una bella occasione d’incontro, quella di Santo Stefano di Rogliano, caratterizzata anche da suoni e canti popolari. Lo stesso Fiore ha ringraziato i presenti per l’accoglienza ed ha auspicato di poter assistere, un giorno, ad uno spettacolo della Compagnia santostefanese. Nata nell’estate 2004 grazie all’interessamento di Pietro Amato e Antonietta Tucci, la Compagnia Teatrale del Savuto oggi è tra le migliori realtà  artistiche del comprensorio. Un successo caratterizzato dalla particolarità  delle proposte e dalla qualità  della recitazione. Oltre a Tucci e ad Amato, del sodalizio fanno parte, ricordiamo, Maurizio Apa, Francesco Bernardo, Franco Carpino, Sergio Cozza, Franca e Roberta Deni, Palmo Fuoco, Emilia Nicoletti, Emma Perri e Santo Salfi.

Gaspare Stumpo


Nelle foto: Mauro Fiore con il presidente Tucci e alcuni attori della Compagnia Teatrale del Savuto.

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com