Comunità  montana: personale in stato di agitazione

IL PRESIDENTE della Comunità  montana del Savuto, Giovanni De Rose (nella foto), ha convocato un incontro con i presidenti delle nove Comunità  montane che ricadono nel territorio della provincia di Cosenza, preparatorio alle assemblee di Catanzaro e Reggio Calabria del 19 e del 23 novembre 2010 sul futuro degli enti montani calabresi. L’iniziativa della Cms, promossa per discutere della vertenza ma anche per stilare una proposta “unitaria e condivisa” – si terrà  nella sede di Piano Lago il prossimo 16 novembre, alle ore 10. L’obiettivo degli amministratori è quello difendere il ruolo e l’azione delle Comunità  montane sul territorio, preservando l’istituzione, il modello organizzativo e le stesse professionalità . Un percorso che i presidenti intendono portare avanti atraverso una politica di confronto, con spirito costruttivo e in linea con il processo di  riforma avviato in sede regionale. La Comunità  montana del Savuto, ricordiamo, ha assunto un ruolo di primo piano nell’ambito della discussione, promuovendo incontri  frequenti anche per quanto concerne la posizione del personale. L’ultimo, alla presenza del consigliere regionale Ferdinando Aiello, ha portato, ricordiamo, alla proclamazione dello stato di agitazione con la condivisione di una piattaforma rivendicativa sulla crisi economica in cui versano i lavoratori, che sarà  discussa il 17 novembre prossimo assieme all’assessore regionale Michele Trematerra, al sottosegretario alle Riforme Alberto Sarra e alle organizzazioni sindacali. (G. St.)

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com