Ospedale, intervengono Citino e Canino. Nota del PD

CON UNA NOTA diffusa nella tarda mattinata di ieri (nei giorni scorsi, nda) i consiglieri comunali Leonardo Citino e Mario Canino sono intervenuti sulla vertenza del presidio ‘S. Barbara’ ponendo l’accento, negativamente, sullo scontro centrodestra-centrosinistra e ‘rispolverando’ un comunicato dei mesi scorsi dal titolo “Litigando sui meriti si scoprono i demeriti”. Secondo gli esponenti della minoranza consiliare e i rappresentati del gruppo I Moderati per Rogliano “grazie ai meriti sbandierati dalle due compagini si è ottenuta la riconversione (dell’ospedale, nda)”. “E’ una magra ed amara consolazione – si legge nel testo – affermare che avevamo ragione, ma abbiamo sempre creduto e crediamo che i cittadini vadano informati sulla verità  dei fatti”. Citino e Canino assieme ai Moderati hanno fatto sapere che il loro impegno è quello, pertanto, di non fermarsi alla protesta, ma di studiare “soluzioni comuni” che mirino al rilancio vero del nosocomio. Sempre sulla questione del ‘S. Barbara’ – il circolo cittadino del Partito Democratico ha difeso le posizioni dell’Amministrazione comunale rispetto all’impegno in favore del ‘S. Barbara’ – quindi alla polemica sorta all’indomani della inaugurazione del centro Dialisi alla presenza di Scopelliti. “Mercoledì – hanno affermato dal PD – non solo nessuno si è preso la briga di concordare l’evento con gli amministratori locali, ma addirittura non ha consentito nemmeno a questi ultimi di portare ai presenti i saluti delle loro comunità . Uno sgarbo che dimostra come al centrodestra manchi la conoscenza della più elementare grammatica istituzionale”. Ma ad allarmare i dirigenti del Partito Democratico sarebbero le dichiarazioni dello stesso Scopelliti rilasciate nel giorno della inaugurazione della Dialisi. “In sintesi – hanno fatto sapere – il governatore ha ribadito la sua volontà  di riconvertire il nostro ospedale in struttura per non acuti, smentendo il contenuto degli impegni che il suo uomo di fiducia, ossia il commissario Gangemi, aveva assunto non più tardi di tre mesi fa”. Il direttivo del Partito Democratico è tornato, infatti, sulla proposta di branca specialistica (Urologia) avanzata per il ‘S. Barbara’ in sede di commissione regionale Sanità . “Gangemi – hanno chiosato gli interessati – mostrando di aver compreso che il S. Barbara non è un corpo separato dal resto dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, si era detto disponibile a potenziare il nostro presidio prevedendo la creazione di un reparto di Urologia. àˆ la sanità  cosentina che ne ha bisogno, non Rogliano o il Savuto. Non si tratta di una rivendicazione campanilistica”

G. St.

Nella foto: Mario Canino e Leonardo Citino.

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com