Gallo: ´Il merito della Dialisi non è di Gangemi”

“IL MERITO della realizzazione della Dialisi è di Pelaia”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, in replica alle affermazioni del direttore generale dell’Ao di Cosenza, Paolo Maria Gangemi. L’intervento del primo cittadino rientra nella querelle a distanza che da più giorni sta caratterizzando il confronto fra i vertici dell’Azienda ospedaliera e l’Amministrazione comunale sulla questione del riordino del nosocomio roglianese. All’ex manager Cesare Pelaia, Gallo ha attribuito il merito di aver “trovato i soldi” e investito “sulla sicurezza del presidio”. “Se oggi il Santa Barbara non chiude e speriamo che ciò non avvenga nel 2012 per come previsto nel Piano di Rientro del governatore Scopelliti, lo si deve agli investimenti fatti negli ultimi anni. Gangemi può dire tutto, ma la sua gestione – ha detto il sindaco – è del tutto estranea a quello che oggi viene definito centro Dialisi. Detto questo ci fa enormemente piacere che finalmente la Dialisi di Rogliano è partita e Dio solo sa quante battaglie il sottoscritto, insieme alla collettività , ha dovuto fare perché questo risultato si raggiungesse”. Nella nota di ieri il primo cittadino ha bacchettato ancora una volta gli esponenti del centrodestra cosentino rei di aver “pregiudicato sotto traccia il futuro del Santa Barbara” – e quelli del centrodestra roglianese per non averlo “difeso”. “Ci penseremo noi a tutelare, in ogni sede, il nostro ospedale. Francamente – ha concluso Gallo – confido che si ponga fine a queste polemiche stucchevoli che dovrebbero non appartenere a chi guida l’Azienda ospedaliera che ha il solo compito di migliorare la qualità  dei servizi sanitari e non già  di sponsorizzare posizioni politiche”. A sostegno delle dichiarazioni del sindaco sono arrivate anche quelle dell’assessore comunale alla Salute, Mario Altomare. “Il processo di riordino del Santa Barbara con l’avvio della Dialisi e della Day Surgery Aziendale è stato possibile grazie all’impegno del centrosinistra e della stessa Amministrazione comunale di Rogliano. Non dimentichiamo – ha spiegato l’assessore – che alcuni anni fa l’ospedale di Rogliano si trovava quasi ‘imbottigliato’ a causa dei lavori di ammodernamento”. Grazie a questo intervento – ha ricordato Altomare – il Santa Barbara oggi è un ospedale a norma. Sulla base di questo presupposto è opportuno programmare un riassetto in grado di renderlo funzionale agli interessi dell’intera sanità  cosentina, evitando, entro il 2012, un suo sciagurato declassamento in casa della salute”.

Gaspare Stumpo


Nella foto: il Centro Dialisi del S. Barbara nel giorno della sua attivazione.

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com