Precari c’è la proposta di legge. Assemblea a Reggio

"DOPO LO SCIOPERO REGIONALE (foto e video) del 25 novembre scorso, con la bella manifestazione a Villa san Giovanni e dopo l’incontro infruttuoso con il Governatore Scopelliti, continua lo stato di agitazione dei lavoratori della scuola e dei precari calabresi, indetto dalla USB regionale. Infatti, la scuola in generale e quella calabrese in particolare, sta vedono ridurre sempre di più le risorse impegnate a favore dell’istruzione pubblica, mentre paradossalmente crescono quelle destinate alle scuole private. I precari d’altra parte, sia quelli della scuola che gli Lsu-Lpu, vedono peggiorare la propria posizione già  critica e che si trascina ormai da numerosi anni. Tutti sembrano aver dimenticato che molto spesso proprio grazie a questi lavoratori è stato possibile mandare avanti i servizi pubblici afflitti da gravi carenze di organico. Invece, senza certezze, senza futuro e senza contributi, gli Lsu-Lpu, sono (alcuni anche da 15 anni) in costante attesa di essere stabilizzati: lavoratori fantasma dei quali sembra non importare nulla a nessuno. La USB (Unione Sindacale di Base, ndr) da sempre schierata a fianco di questi lavoratori, sta al contrario portando avanti una battaglia per il riconoscimento dei diritti di questi che sono considerati da sempre lavoratori di serie B. Per questo motivo dopo anni di lotte in perfetta solitudine, apprezziamo l’iniziativa dei consiglieri  regionali firmatari, intesa come primo passo verso la  stabilizzazione dei lavoratori Lsu e Lpu. Secondo la proposta di legge in  questione, i lavoratori dovrebbero essere finalmente stabilizzati attraverso la Pubblica Amministrazione e gli Enti economici a prevalenza pubblica: è quello che la USB sta chiedendo da anni! E’ opportuna per la massima chiarezza sulla stabilizzazione che deve avvenire in modo totale e senza vincoli sulle dotazioni organiche. Per questo riteniamo indispensabile, che si apra immediatamente e preventivamente un tavolo tecnico nazionale tra il ministero dell’Economia, quello del Lavoro, la Regione Calabria, l’Anci e la Confederazione USB, teso anche a superare gli ostacoli normativi previsti dalle leggi nazionali sulla stabilizzazione dei precari (vedi patto di stabilità  dei comuni). Il nostro sindacato come sempre vigilerà  affinché comunque l’iter di questa proposta di legge non si areni in Consiglio regionale e annuncia sin d’ora che chiederà  un incontro al Presidente del Consiglio, On, Talarico, per spingere in modo che la proposta abbia una corsia preferenziale".

Fonte: USB Calabria (Confederazione Unione Sindacale di Base).

L’USB Calabria fa sapere che lunedì 6 dicembre 2010, alle ore 9.30, si terrà  una assemblea esterna al Consiglio Regionale (Reggio calabria) dove sarà  discussa – in III^ Commissione – la proposta di legge sulla stabilizzazione occupazionale. I lavoratori sono invitati a partecipare.

 

Dichiarazione di Antonio Fragiacomo (USB) durante la manifestazione di Villa San Giovanni

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=SLwLlk44eoA[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com