Si rinnova il rito della consegna delle ‘Chiavi della Città ‘

IL SINDACO di Rogliano, avv. Giuseppe Gallo, ha consegnato le ‘Chiavi della Città alla Vergine Santissima Immacolata. Il rito si è rinnovato sul sagrato del Duomo (nella foto, l’interno con la Statua) al termine della solenne processione per le strade del vecchio borgo e alla presenza autorità  civili, religiose, militari. Presenti, tra gli altri, il capitano dei Carabinieri, Mariano Giordano, il maresciallo Adriano Lorelli, i comandante del Corpo di Polizia Municipale, Carlo Citino. La cerimonia, alla quale è seguita la celebrazione eucaristica officiata dai sacerdoti don Santo Borrelli e don Salvatore Fuscaldo, è stata seguita dalla moltitudine di fedeli che ha inteso rinnovare “l’antica tradizione di un popolo che ha onorato Maria come Regina e continuare ad invocarla nell’ora della prova, ricordando la Sua sollecitudine di carità  che accomuna tutti, credenti e non, attraverso la buona volontà  e la civile convivenza”. Il sindaco Gallo ha consegnato le chiavi benedette dal Papa, ricordando i legami di amicizia e collaborazione tra l’Amministrazione civica e la Chiesa locale. “Offriamo le Chiavi – ha detto il primo cittadino – per ricordare che Rogliano è città  aperta, solidale, che si impegna a custodire i valori di libertà , democrazia e rispetto reciproco”. L’Immacolata Concezione è stata proclamata Patrona e Regina della città  di Rogliano con bolla papale del 12 ottobre 1945, anno settimo del Pontificato di Pio XII°. L’atto ufficiale venne ratificato, ricordiamo, il 29 settembre 1946 nel corso di una maestosa cerimonia alla presenza dell’allora vescovo di Cosenza, mons. Aniello Calcara, del Legato Pontificio, del clero e di tutti i roglianesi che, assieme ai residenti delle comunità  contermine avevano donato alla Madonna l’oro necessario alla realizzazione della corona.

Fonte: www.comune.rogliano.cs.it

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com