Scuole elementari: Gallo risponde a Falbo

UN INTERVENTO costato 400.000 euro ha permesso la sistemazione dell’area di pertinenza delle scuole elementari di via Oreste d’Epiro con relativa attestazione della messa in sicurezza dei locali. Per il sindaco Giuseppe Gallo il restyling ha consentito l’ammodernamento della struttura e l’acquisizione agli atti di dati e documenti inesistenti da quasi quarant’anni. “Questo per dire – ha spiegato – che forse la sicurezza dei nostri figli vale più di qualche ora di disagio, se disagio c’è stato”. Gallo ha risposto ad una interrogazione urgente a risposta scritta presentata dal consigliere Ferdinando Falbo (Pdl), con la quale l’esponente della minoranza consiliare ha chiesto chiarimenti circa le condizioni igienico-sanitarie dei locali sede della scuola che, secondo l’interessato, in seguito ai lavori e all’indomani del trasferimento di plesso avevano “creato allarme fra i genitori”. “Mi è stato chiarito – ha scritto il primo cittadino – che al momento del trasferimento del plesso in via Oreste d’Epiro i rappresentanti eletti negli organismi scolastici hanno avuto modo di visitare i locali e che nulla hanno rilevato”. “La stessa responsabile del settore Socio-culturale ha confermato che non sussistono problemi alcuni relativi alle condizioni igienico sanitarie dei locali di via d’Epiro. Ciò – ha  aggiunto il sindaco – è confermato dal sottoscritto che personalmente ha effettuato diversi sopralluoghi per verificare il normale svolgimento delle attività  didattiche e le condizioni ambientali in cui esse si svolgono”. Gli alunni di via d’Epiro (l’altra sede è quella di via Tien An Men) hanno iniziato l’anno scolastico nello stabile di via Dei Mille, peraltro già  adibito a scuola elementare ed oggi sede di asili e ludoteche. La struttura di via d’Epiro, ricordiamo, è parte integrante (per volontà  dell’attuale Amministrazione comunale) del più ampio complesso delle scuole medie. Un progetto pensato e realizzato in una ottica di razionalizzazione degli edifici scolastici cittadini in direzione di un polo attrezzato e funzionale alle esigenze della popolazione scolastica di riferimento. Lo stesso Gallo, che in merito alla interrogazione di Falbo ha fatto sapere che alcune prerogative sono di pertinenza dei responsabili dei settori interessati e che le competenze attinenti le pulizie sono del personale scolastico (le pulizie riguardanti l’immediato dopo intervento sono state effettuate da una ditta esterna), si è detto disponibile “per tutti i chiarimenti che si rendessero necessari”. (g. st.)

Nella foto: il Consiglio comunale di Rogliano.

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com