Rogliano, applausi per Emy Coleman

L’IMPRONTA è quella della grande vocalist capace di ammaliare gli astanti e di coinvolgerli in un turbinio di emozioni che richiama energia positiva in un contesto intriso di suoni, poesia e intensa spiritualità . Non solo, la simbiosi è tale da generare momenti di grande empatia in uno scenario che sembra fondere il modo di essere dei calabresi e quello legato alla cultura americana. Una sorta di ponte virtuale tra Usa e Mediterraneo. Emy Coleman ama la Calabria e la Calabria ama Emy Coleman, un legame che dura da moltissimi anni, che si rinnova perché trova terreno fertile nella voglia di lavorare e fare musica, nelle collaborazioni artistiche e negli stessi rapporti col pubblico. Nella sala Sant’Ippolito (nella foto), davanti alla nutrita platea roglianese, l’interprete originaria di Brooklin ha proposto un repertorio di canzoni che ha spaziato dalla tradizione blues statunitense alle pietre miliari della musica internazionale, alle classiche di Natale in chiave Gospel. Assieme a lei, nel tour natalizio sostenuto dall’ente Provincia, i musicisti Riccardo Guido, Giuseppe Romagno, Maurizio ed Angelo Mirabelli, Elisa Brown, Aurelia Zucaro e Teresa Pata. L’iniziativa serve a raccogliere fondi da destinare al progetto ‘Un pozzo in più’ a favore di una regione (Juji) vasta quanto l’Italia, nei pressi di Nairobi, in Kenia, dove operano i missionari di don Battista Cimino. Dove il nome Cosenza è conosciuto e apprezzato per il sostegno alle popolazioni indigene fortemente penalizzate dalla mancanza di acqua potabile. Da qui la scelta dell’Amministrazione provinciale di appoggiare l’opera religiosa coniugando “il senso della festa con la riflessione ed il sostegno ad un parte del mondo nella quale operano uomini della nostra terra impegnati in una profonda azione di promozione umana”. Una campagna di solidarietà  per la quale anche il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, ha manifestato apprezzamento esprimendo parole di elogio nei confronti del presidente Mario Oliverio “per l’occasione offerta al Savuto di conoscere e ascoltare dal vivo Emy Coleman”. Il programma dell’evento che ha caratteristiche itineranti è stato illustrato dalla giornalista Adriana Toman.

Gaspare Stumpo

 

 

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com