Altomare: ´sui ticket troppa improvvisazione”

SEMBRA inasprirsi la polemica sul caso dell’esenzione ticket. Per intraprendere procedure di autocertificazione o per richiedere semplici informazioni, in questi giorni molti cittadini sono costretti a lunghe file presso gli sportelli del Distretto sanitario comprensoriale. A ciò si stanno aggiungendo le code per la scelta del medico di base per quanto riguarda una parte di assistiti di Rogliano e di alcuni comuni della zona dove, ricordiamo, dal 1° gennaio 2010 sono venute meno due figure di medico che opera in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale. In seguito alle ultime disposizioni, infatti, le persone che ritengono di avere i requisiti di accesso ai codici di esenzione per situazioni reddituali sono impegnate a presentare la relativa certificazione presso gli uffici dell’Azienda sanitaria di Cosenza. Una situazione che nel Savuto sta generando malumori, in particolare fra gli utenti meno giovani. “E’ venuta a crearsi una condizione insostenibile – ha fatto sapere l’assessore roglianese alle Politiche della salute, Mario Altomare. Troppa confusione e improvvisazione per un processo che andava governato a scadenze diverse e con maggiore razionalità ”. “Oggi – ha detto – ci sono persone che non riescono ad orientarsi all’interno della normativa e per questo sono costrette a snervanti attese presso gli uffici dell’As”. “Ma la cosa più grave – ha spiegato l’assessore – è la perdita del diritto all’esenzione di famiglie meno abbienti, che al disagio di questi giorni dovranno aggiungere le non poche difficoltà  legate alla perdita del diritto in un momento di forte crisi economica che continua a penalizzare una fetta consistente di popolazione”. Di recente pure il gruppo di minoranza del comune di Santo Stefano di Rogliano si era rivolto al sindaco Antonio Orrico per approfondire la situazione e per sapere se sono in atto iniziative “per alleviare i disagi venutisi a creare tra la popolazione”. Ma i problemi pare non finiscano qua. Per il presidio ospedaliero ‘S. Barbara’ indiscrezioni riferiscono di un possibile provvedimento di sfratto per quanto concerne la sede che ospita gli uffici della Direzione sanitaria. Ovvero, per lo stabile posto nelle immediate vicinanze del nosocomio dove si trovano ubicati, tra gli altri, l’archivio documentale, gli uffici organizzativi del personale, la farmacia, i locali del 118 e persino la sala riunioni. Sarà  vero? Intanto, sempre sulla questione dell’ospedale, il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, ha convocato per dopodomani la commissione Sanità . L’incontro è propedeutico alla prossima seduta di Consiglio comunale che si occuperà , appunto, di sanità .

Gaspare Stumpo


Nella foto: il Distretto Sanitario di Rogliano (As Cosenza).

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com