Il Comune di Rogliano aderisce all’appello per Asia Bibi

DOPO il caso della musulmana Sakineh Mohammadi Ashstiani, la donna iraniana condannata a morte per omicidio e adulterio, il  Comune di Rogliano ha aderito all’appello del settimanale ‘Parola di Vita’ per la liberazione di Asia Bibi, una contadina pakistana di 45 anni, di religione cristiana, madre di 5 figli, condannata a morte per blasfemia. Il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo,  ha ricordato che la pena di morte è atroce e degradante “soprattutto quando viene perpetrata a danno di donne o di persone povere ed emarginate”. “E’ necessario – ha detto  – che le istituzioni facciano fronte comune e s’impegnino a favore dei diritti umani, per la pace e il dialogo interreligioso”. “La pena di morte come strumento di giustizia – ha concluso il sindaco – alimenta l’orrore, non risolve i problemi e rappresenta un ostacolo al cammino della Civiltà ”.

Fonte: www.comune.rogliano.cs.it

Nella foto: il Municipio di Rogliano. Nel riquadro, Asia Bibi.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com