I lavoratori della MyWave tornano a protestare

IL TEMPO stringe e la protesta incalza. Nel gennaio 2012 è prevista la scadenza dei finanziamenti della 488, la legge che attraverso i fondi statali destinati alle aree in difficoltà  ha supportato pure la MyWave Spa (un tempo Phd Industrie), azienda nata tra il 2005 ed il 2006 che si occupa di componenti informatiche. Dalla mattinata di ieri il personale impiegato nello stabilimento di Piano Lago è tornato a protestare minacciando sciopero ad oltranza per rivendicare sei stipendi pregressi e per alcuni casi anche il versamento del Tfr. I dipendenti parlano di “promesse non mantenute” e di “lavoro con prodotti a basso costo” in un contesto, quello attuale, che non lascerebbe presagire nulla di buono per il futuro. “Una situazione prevedile – spiegano – che si è materializzata lunedì, giorno ultimo previsto per la erogazione di almeno due mensilità  concordate con l’Azienda”. Da qui la decisione di riprendere lo stato di agitazione che nella settimana scorsa, ricordiamo, aveva prodotto tre giornate di sciopero, un incontro in Prefettura e un faccia a faccia con il management per ragionare sullo stato di crisi che perdura da circa un anno con situazione di forte difficoltà  economica per i cinquanta impiegati e per le rispettive famiglie. Alla base del disagio ci sarebbe un debito di dodici milioni di euro che andrebbe sanato per ridare ossigeno alla struttura. Dopo il sit-in davanti ai cancelli dello stabilimento i lavoratori si sono riuniti in assemblea e, dopo aver stilato una proposta da sottoporre ai vertici aziendali, hanno deciso di proseguire lo stato di agitazione sino a quando non verranno esaudite le loro richieste. I dipendenti della MyWave chiedono infatti la collocazione in cassa integrazione e l’avvio di una fase di concertazione per la stesura di una piattaforma programmatica per porre in essere il recupero delle spettanze, la ricapitalizzazione industriale e un concreto rilancio della produzione. La vertenza, che è seguita dalle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, verrà  discussa nella mattinata di oggi alla Comunità  montana del Savuto e successivamente in Confindustria.

G. St.


Nella foto: i lavoratori della MyWave davanti ai cancelli dell’Azienda durante il sit-in di martedì.

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com