Rifondazione Comunista “morti bianche troppi silenzi”

RIFONDAZIONE Comunista del Savuto esprime solidarietà  e vicinanza alla famiglia di Stefano Guarascio. E’ incredibile come dall’attuale dibattito politico sia stato completamente espulso il dramma quotidiano delle morti bianche. Il lavoro come guerra giornaliera con i suoi ritmi infernali e la precarietà  selvaggia funzionale alla logica del profitto ad ogni costo e, dall’altra parte, in un silenzio assordante per la sua disperata valenza, uno sterminato esercito di lavoratori precari e sfruttati senza diritti ne tutele, alla mercè delle esigenze della produttività . Ogni giorno una nuova tragedia, un vita spezzata, un nuovo lutto che sconvolge un’intera famiglia e mai un colpevole e responsabile. Ci diranno che la colpa è di una distrazione mortale, ci diranno che sono tragiche fatalità  che non si dovranno mai più ripetere ma noi già  sappiamo che fin quando gli operai saranno schiavi di ritmi insostenibili, fin quando il corpo normativo italiano strizzerà  l’occhio all’insicurezza dei cantieri in nome della santa produttività , fino ad allora assisteremo al dramma giornaliero di vittime del lavoro. In questa guerra Rifondazione sa da che parte bisogna stare e per questo auspica che vengano accertati i fatti e che vengano duramente puniti i responsabili. La giustizia non ci ridarà  Stefano ma impedirà  che altri giovani possano essere vittime del lavoro in una terra, come il meridione, avara di diritti e speranze in cui troppi speculano sulla ricattabilità  di un’intera generazione.

I Circoli del Prc del Savuto

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com