Asi, le preoccupazioni degli industriali del Savuto

IL PRESIDENTE del Comitato degli imprenditori di Piano Lago, Arturo Crispino, è intervenuto in merito alle critiche espresse nei giorni dal dirigente dell’Asi di Cosenza, Mario Capalbo. Critiche rivolte al management del Consorzio e contenute in una informativa indirizzata a soci ed insediati della provincia. "In riscontro alla nota apparsa giorno 10 aprile 2011, sul Quotidiano della Calabria a firma dell’architetto Mario Capalbo, componente del comitato direttivo del Consorzio di Sviluppo Industriale di Cosenza, rappresento – scrive Crispino – tutta la preoccupazione degli imprenditori di Piano Lago, per le gravi accuse rivolte verso  gli organi di gestione del Consorzio anzidetto”. Crispino, che nella stessa occasione ha espresso l’augurio “che venga fatta subito chiarezza da parte degli organi competenti" – ha fatto sapere che “la difficile situazione economica che le imprese quotidianamente vivono, obbliga le istituzioni a non lasciare dubbi di alcun genere in ordine alla correttezza del loro operato”. Più volte, negli ultimi tempi, gli industriali del Savuto si sono adoperati per avviare forme di concertazione con la dirigenza del Consorzio cosentino, per innescare sinergie positive e mettere in campo strumenti in grado di supportare l’azione delle piccole e medie imprese e di rendere quest’ultime competitive sui mercati. Un proposito portato avanti con il sostegno della Comunità  montana e dell’assessorato regionale competente, sfociato anche in risultati importanti. Va ricordata in tal senso la fase di concertazione seguita dalla decisione dell’Asi di modificare (e pubblicare) alcuni punti del Regolamento per la localizzazione delle attività  produttive, la cessione e l’uso dei suoli e dei fabbricati (R.a.p.).  (g. st.)

Nella foto: Crispino durante un suo intervento.

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com