Personale in agitazione alla Villa ‘Santo Stefano’

Alla rsa ‘Villa Santo Stefano’ siamo dunque alle solite. I dipendenti sono di nuovo in agitazione per via dei mancati pagamenti che, stante le indicazioni degli ultimi giorni, si protrarrebbero addirittura da otto mesi. Ieri mattina (nei giorni scorsi, nda) il personale ha svolto un sit in di protesta davanti al cancello della struttura per rivendicare le spettanze e, nello stesso tempo, per sollecitare l’attenzione delle istituzioni rispetto ad una problematica che coinvolge numerose famiglie da tempo senza salario. ‘Villa Santo Stefano’ – ricordiamo – è una residenza sanitaria con circa venti posti letto che si occupa di soggetti anche non autosufficienti, in larga parte anziani, offrendo assistenza diurna e notturna di tipo medico, infermieristico e psicologico. Si tratta di una struttura in grado di garantire servizi per la cura della persona, per il movimento, l’alimentazione e la vita di relazione. Situato nella zona di Piano Lago (Valleggiannò), di proprietà  del Comune di Santo Stefano di Rogliano, agli inizi degli Anni Duemila lo stabile è stato concesso, sulla base di un bando di gara, ad una società  privata del settore. Come avvenuto già  in passato il problema del mancato pagamento degli stipendi sarebbe riconducibile ad un ritardo dei crediti regionali. Una situazione che sta diventando sempre più difficile nonostante la buona volontà  dei lavoratori che in questi mesi hanno mantenuto costante il senso di responsabilità  in rapporto alla loro impiego e, soprattutto, nei confronti degli assistiti. Lavorare in una residenza sanitaria assistenziale presuppone infatti disponibilità , professionalità  e tanta umanità . Nelle scorse ore la situazione della casa di riposo santostefanese è stata al centro di un incontro di Esecutivo presieduto dal sindaco Antonio Orrico. Il primo cittadino ha espresso “vicinanza” ai dipendenti auspicando l’intervento degli enti preposti (Regione Calabria – Asp) per una risoluzione in tempi brevi della vertenza. Le indicazioni dell’Amministrazione di Santo Stefano di Rogliano sono state inserite in una delibera adottata nella stessa circostanza dalla Giunta comunale. “I lavoratori – ha spiegato Orrico – continuano a mostrare grande maturità  nella gestione dei servizi in quanto consapevoli dei loro ruoli all’interno della casa di riposo. Confidiamo nella disponibilità  dell’Azienda Sanitaria Provinciale e dello stesso Governo regionale”. “Speriamo pertanto – ha concluso il sindaco – che la vicenda possa risolversi nel miglior modo possibile”.

G. St.

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com