Pirillo: “il Savuto depauperato per volontà  politica”

“LA ZONA del Savuto viene continuamente depauperata per volontà  politica. Gli amministratori della vallata non vogliono essere complici di una logica che non è quella dello sviluppo nella qualità ”. E’ quanto affermato dal sindaco di Mangone, Raffaele Pirillo, nel corso della conferenza congiunta promossa nei giorni scorsi dal gruppo consiliare regionale di Italia dei Valori e dalla sigla sindacale Usi Rdb Ricerca sulla questione della dislocazione dell’Istituto di Scienze Neurologiche (Cnr) dall’attuale sede di Piano Lago all’Università  ‘Magna Grecia’ di Catanzaro. Pirillo ha ricordato la vertenza del presidio ospedaliero ‘S. Barbara’, la mancata realizzazione del nuovo svincolo autostradale, lo stato di crisi del comparto industriale, le enormi difficoltà  di carattere socio-economico che assillano il comprensorio. “Questo trasferimento – ha detto – colpisce ancora una volta il Savuto, toglie alla provincia di Cosenza un centro di alta specializzazione e squalifica una zona che andrebbe invece potenziata di servizi e di infrastrutture”. “Come comune – ha ribadito il primo cittadino – siamo disponibili a sederci attorno ad un tavolo per discutere di cosa ha bisogno il Cnr. Noi rivendichiamo la permanenza del centro a Piano Lago e, così come abbiamo fatto con l’ospedale di Rogliano, lo inquadriamo nella vertenza più complessiva del Savuto che come sindaci, unitariamente, abbiamo cominciato già  tempo”. Pirillo ha confermato quindi la disponibilità  della sua Amministrazione nei confronti della dirigenza del Centro Nazionale Ricerche, annunciando che nello strumento urbanistico (Psa) in discussione, l’area intorno alla sede del Istituto di Scienze Neurologiche è stata destinata a servizi sanitari. Il gruppo consiliare regionale di Italia dei Valori ha espresso dubbi sulla delocalizzazione del Cnr. “L’insediamento deve rimanere dove si trova – ha sottolienato Mimmo Talarico. E ciò, per ragioni di ordine scientifico e per evitare che questo territorio e l’area urbana Cosenza-Rende subiscano la privazione di un istituto che negli anni ha conseguito risultati prestigiosi”. Per Giuseppe Giordano “in Calabria c’è bisogno di potenziare le strutture esistenti implementando la ricerca e dando certezze a quanti, in questo settore, si stanno spendendo in maniera forte”. “Il trasferimento – ha fatto sapere invece Emilio De Masi – sarebbe un modo per disturbare la qualità  del lavoro e per interrompere un processo di crescita”. A giudizio di Ivan Duca (Usi Rdb) si tratta infine di una iniziativa “tesa non a privilegiare l’attività  di ricerca, ma allo smantellamento di una realtà  consolidata dove i ricercatori sono riusciti a dimostrare le loro qualità  facendo di questo centro una realtà  nazionale e internazionale che è considerata una eccellenza del Cnr”.

G. St.

 

Nella foto: il sindaco di Mangone, Raffaele Pirillo, durante la conferenza promossa a Piano Lago da Italia dei Valori e Usi Rdb Ricerca.


Fonte: Il Quotidiano della Calabria.

 

L’intervento del sindaco di Mangone, Raffaele PIRILLO

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=D0ASAEiD7E0[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com