Scigliano, viabilità  e sviluppo al centro di un convegno

I TEMI della viabilità , dei trasporti, della sanità  e dell’occupazione sono stati al centro di un dibattito (nella foto) che si è tenuto nei giorni scorsi su iniziativa del gruppo consiliare di minoranza ‘Tutti per Scigliano’. L’obiettivo dei rappresentanti di opposizione è quello, infatti, di sollecitare le istituzioni sovracomunali a prestare maggiore attenzione alle aree depresse e di avviare progetti per contrastare lo stato di crisi economico e infrastrutturale che incide sulla qualità  della vita dei cittadini. Alla manifestazione hanno partecipato e sono intervenuti Raffaele Pane (Tutti per Scigliano), Carlo Arcuri (sindaco del luogo), Raffaele Rizzuto (sindaco di Colosimi), Antonella Antonella Leone (sindaco di Pedivigliano), Giuseppe Giudiceandrea (consigliere provinciale). I lavori del convegno, al quale hanno preso parte anche i responsabili del comitato ‘La strada che non c’è’ – sono stati conclusi dal consigliere regionale Mimmo Talarico, in queste settimane molto attivo nel Savuto. Il dibattito è stato incentrato sulle problematiche che riguardano la costruenda strada Piano Lago – Medio Savuto – Coraci – Marcellinara, da anni al centro di discussioni e polemiche, sullo lo stato di salute della viabilità  provinciale e su quello della tratta delle Ferrovie della Calabria. In più, sulle vertenze che riguardano gli ospedali di Rogliano e Soveria Mannelli, e su quella dell’Istituto di Scienze Neurologiche (Cnr) di Piano Lago. Non secondarie le questioni dell’occupazione e dello sviluppo, che rischiano di condizionare in negativo il futuro della vallata e quello delle comunità  più interne. “E’ ora di dire basta al depauperamento del territorio – in particolare – hanno affermato gli interessati – dei comuni dell’alto Savuto”.

Gaspare Stumpo

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno curiosità  dell’Estate e notizie dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com