Presentato il nuovo saggio del professor Egidio Sottile

 

 

E’ STATO PRESENTATO presso il giardino della Casa delle Culture di Rogliano il lavoro del professor Giuseppe Egidio Sottile (nella foto) dedicato a Vincenzo Padula, il letterato “che ebbe, ai suoi tempi, il sommo vanto di essere apprezzato dal Carducci e studiato dal Croce e dal De Sactis”. Edito da ‘Orizzonti Meridionali’ – il saggio si compone di otto capitoli in cui l’autore descrive e analizza poemi, prose e poesie del sacerdote e scrittore originario di Acri. Un testo “volto ad illuminare la vita e le opere di un personaggio multiforme e variegato della letteratura e della storia calabrese, troppo spesso frainteso – scrive Angela Costanzo – a causa della sua condotta esistenziale libertina, gaudente, immoralista, difetti gravissimi in un poeta che vestiva l’abito talare”. L’iniziativa, che si è arricchita di una breve declamazione di versi con accompagnamento musicale (Sandro Sottile), è stata promossa nell’ambito delle tre giornate dedicate al drammaturgo Vincenzo Gallo e allo stesso Padula, due grandi figure legate alla storia del Risorgimento italiano. Giuseppe Egidio Sottile ha vissuto sedici anni a Roma frequentando l’università  La Sapienza, studiando letteratura classica e debuttando anche come cantante lirico. Insegnante, ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali. Tra queste Il Tempo e Il Secolo d’Italia. La sua passione per le tradizioni popolari e la musica melodrammatica è stata al centro di una intensa attività  di ricerca sfociata nella pubblicazione di libri come ‘Feste religiose a Rogliano tra fede e folklore’ e ‘Luoghi di Rogliano tra etimologia e storia’ – una sorta di viaggio nel tempo e nei luoghi della memoria, gradevole spaccato della storia locale del Novecento. Lo studio critico ‘La poesia di Vincenzo Padula’ vuole “dimostrare che questo sconosciuto poeta e scrittore (Padula, nda) della Calabria, cui l’inerzia dei tempi e degli ambienti e la stessa sua natura di uomo eccessivamente incline ai piaceri tolsero la possibilità  di eccellere nell’arengo delle glorie letterarie nazionali, è immeritatamente dimenticato e sepolto nell’oblio”.

Gaspare Stumpo 

 

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno curiosità  dell’Estate e notizie dal Savuto

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com