FdC: lettera di licenziamento per 29 lavoratori

VENTINOVE dipendenti delle Ferrovie della Calabria hanno ricevuto, nelle scorse ore, una lettera di risoluzione del rapporto di lavoro. Ne ha dato notizia il sindacalista Luigi Pascuzzo, che in una nota a sua firma ha parlato di “segnali poco incoraggianti” in rapporto alla crisi che più nello specifico sta interessando l’Azienda di trasporto calabrese. Il licenziamento riguarda personale dei vari settori che ha maturato il diritto alla pensione ma tuttora in servizio in base alla normativa sulla previdenza.“Quello che sorprende – ha scritto Pascuzzo – è la modalità  con cui le FdC hanno attuato il provvedimento che, a detta dello stesso gruppo dirigente, è stato adottato in applicazione della dell’art.4 della legge 223/91 che consente la procedura di licenziamento per quei lavoratori che hanno maturato il diritto alla pensione o sono prossimi a questo”. Luigi Pascuzzo ha riferito quindi di “polemiche” rispetto alla vertenza.  . “Basti pensare – ha detto – che il provvedimento ha efficacia dal 1° settembre e la notifica dello stesso è avvenuta nella mattinata del 31 agosto con una tempistica a dir poco discutibile”. Le Ferrovie della Calabria, ricordiamo, sono alle prese con un piano di un impresa che nei prossimi mesi dovrebbe portare ad un primo risultato in termini di risanamento economico e rilancio aziendale. Oltre alla proclamazione dello stato di agitazione più volte, negli ultimi tempi, alcune organizzazioni sindacali hanno chiesto una riorganizzazione equa, efficace e sostenibile. Intanto è scattata la protesta degli autisti che hanno chiuso i cancelli in tutte le rimesse aziendali e bloccato le corse automobilistiche per tutte le direzioni provocando notevole disagio ai pendolari.

G. St.

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno curiosità  dell’Estate e notizie dal Savuto

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com