Il Savuto si mobilita a favore del Referendum

FIRMO, voto, scelgo. S’intensifica lo sforzo del Comitato per l’abrogazione della Legge Calderoli meglio conosciuta col nome poco edificante di ‘Porcellum’. L’obiettivo è il raggiungimento delle cinquecentomila firme entro il 30 settembre 2011 e la presentazione del Referendum per la primavera 2012. L’attività  del gruppo promotore è diretta a garantire una informazione completa rispetto alle “incertezze” di alcuni partiti e mezzi di comunicazione. Di spiegare, in dettaglio, le norme da abrogare. Il Referendum, ricordiamo, è sostenuto da I Democratici, Italia dei Valori, Partito Liberale, Sel, Unione Popolare e Rete dei Referendari. Tra i primi firmatari figurano Paolo Palma (già  deputato del Ppi) ed Enzo Palumbo (già  senatore del Pli e membro del Csm). In concomitanza con i banchetti allestiti in diversi spazi pubblici, nella tarda mattinata di ieri i due ex parlamentari hanno tenuto una conferenza stampa per illustrare le argomentazioni giuridiche dei quesiti legati alla cancellazione del ‘Porcellum’. A giudizio di Paolo Palma “la legge va abrogata perché sta dando la mazzata finale al prestigio del Parlamento e perché – ha aggiunto – viene identificata con la conservazione, con il puntello della casta, di politici che non sono al servizio del territorio ma di interessi personali o di poche cricche”. “Il Paese ha bisogno una legge fondata sul legame tra eletto ed elettore. Bisogna far si che il cittadino si riappropri della possibilità  di scegliere i propri parlamentari. Questo – ha ribadito l’ex deputato cosentino – è il sale della democrazia, non le nomine calate dall’alto dalle segreterie di partito”. “E’ il momento della responsabilità . I cittadini – ha affermato invece Palumbo – devono sostenere le iniziative del Comitato, esprimere la loro partecipazione anche emotiva a questa iniziativa senza della quale il Parlamento dei nominati continua ad essere quello spettacolo deprimente che tuta l’Europa ci addebita come una delle cause della crisi economica in cui ci troviamo”. I rappresentanti del Comitato anti ‘Porcellum’ sono stati accolti dal gruppo pro Referendum del Savuto. Tra questi Raffaele Pirillo (sindaco di Mangone), Giovanni Altomare (vice sindaco di Rogliano), Giuseppe Florio, Aurelio Scaglione e Raffaele Bernaudo.

Gaspare Stumpo

Nella foto: il gruppo pro Referendum del Savuto con gli ex parlamentari Paolo Palma ed Enzo Palumbo.

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

 

Le dichiarazioni degli ex parlamentari Palma e Palumbo


 [embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=Vd-vsWkZOG0[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com