Verso il partenariato pubblico per partecipazione al Pisl

UN PARTENARIATO pubblico per la partecipazione ai Programmi Integrati di Sviluppo Locale. E’ questa la soluzione condivisa dai sindaci del Savuto e della Presila per la realizzazione di un sistema integrato di trasporto locale attraverso un progetto da presentare sul bando Pisl in scadenza a dicembre. Una piattaforma che permetterebbe alle comunità  delle due aree contermini di collegarsi alla metro leggera (Cosenza-Rende) utilizzando la tratta delle Ferrovie della Calabria. “Una soluzione – hanno evidenziato gli amministratori – che consentirebbe di sostenere la domanda di mobilità  dei territori interessati verso il Capoluogo e l’Università  a vantaggio dei cittadini che ogni giorno devono usufruire di servizi pubblici di riferimento (scuole, ospedali, etc.)”. L’iniziativa è stata discussa durante un incontro organizzato a Pedace, al termine del quale è stata scelta la soluzione del partenariato che, oltre ai venticinque comuni del Savuto e della pre sila cosentina, coinvolgerebbe le comunità  montane, le FdC e alcuni soggetti privati. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, e dal presidente dell’Unione dei Comuni della Presila, Leo Franco, per un risultato che per la prima volta vede gli enti dei due comprensori mettersi insieme e portare avanti una strategia comune.  “Aldilà  del finanziamento del progetto – si legge in una nota – il dato è politico: bisogna spostare l’attenzione a sud della città  Capoluogo. Il sindaco Occhiuto – hanno affermato i promotori della manifestazione – deve dire chiaramente con chi sta. Noi rimaniamo fermi all’incontro svoltosi a Palazzo dei Bruzi dove, alla presenza dei sindaci del Savuto, Occhiuto ha aderito con slancio alla iniziativa del Pisl che verrà  costituito per sostenere la mobilità  a sud di Cosenza”. Nei prossimi giorni verrà  formalizzata l’Assemblea del partenariato, quindi la firma del protocollo d’intesa. Gli amministratori del Savuto e della Presila credono fortemente nella proposta scaturita durante la visita a Rogliano dell’assessore regionale Giacomo Mancini. Proposta concretizzatasi nelle scorse ore a Pedace. Un collegamento moderno e funzionale con l’area urbana è ritenuto infatti fondamentale per il futuro della mobilità  extraurbana. Una opportunità  che i sindaci vogliono sfruttare pianificando con strumenti legati a programmi operativi come i Pisl, che possono rappresentare una soluzione strategica per lo sviluppo socio-economico dei territori.

Gaspare Stumpo

 

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com