Fuga di gas, emergenza rientrata in località  ‘Fuochi’.

POTREBBE essere il frutto di un sabotaggio ad opera di ignoti la fuga di gas metano che nella prima mattina di ieri (29.09.2011, nda) si è sprigionata da una conduttura situata in località  ‘Fuochi’ – in campagna (nella foto) al confine con il territorio di Parenti. Il guasto è stato segnalato da alcuni automobilisti di passaggio. Diversi di loro hanno riferito di un forte odore di gas presente nell’aria. Sul posto si sono precipitati i Carabinieri, i Vigili del Fuoco, il personale del Corpo di Polizia Municipale di Rogliano e l’assessore comunale alla Viabilità , Pierfederico Cicirelli. A causa del guasto è stato necessario isolare l’area e, necessariamente, deviare il traffico da e per Parenti sulla strada per Saliano. Un tempo di oltre quattro ore che è servito ai tecnici dell’ente gestore per  intervenire e riparare la rottura. L’emergenza si è verificata a margine della strada per la Sila, all’altezza di una area caratterizzata da dissesto e interessata, nei mesi scorsi, da una lunga interruzione del flusso veicolare. Per l’incidente di ieri si è pensato pertanto ad un possibile assestamento del terreno con conseguenze sulla tenuta della tubazione. Nulla di tutto questo a giudicare dalle indiscrezioni. Il danno sarebbe stato provocato dolosamente. Un episodio grave scaturito dall’azione di qualche sciagurato al quale sarà  sfuggito che le conseguenze per le fughe di gas possono anche essere gravi. E’ doveroso ricordare, infatti, che la provinciale n° 242 ogni mattina è percorsa moltissime persone, soprattutto studenti e lavoratori. Sull’episodio indagano le forze dell’ordine.

Gaspare Stumpo

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com