Fonti rinnovabili: a ‘Calabria Expò’ l’esperienza Rogliano

INVESTIRE in energie rinnovabili evitando di pregiudicare le risorse naturali attraverso sistemi innovativi. E’ in aumento l’attenzione delle istituzioni verso le tematiche che riguardano i progetti sulla sostenibilità  ambientale. D’altronde, il Protocollo di Kioto sui cambiamenti climatici ha stabilito indirizzi precisi circa i tagli alle emissioni dei combustibili responsabili dell’effetto serra da parte dei paesi industrializzati. L’argomento è in discussione in questi giorni alla ‘Calabria Expo Energia’ in programma al Parco Industriale di Rende. Il ‘Patto dei Sindaci’ è stato al centro della prima sessione del congresso che nella tarda mattinata di ieri (nei giorni scorsi, nda) ha segnato la presenza di tecnici di settore, dirigenti e amministratori locali. Tra questi il consigliere comunale con delega alle Politiche ambientali e al ciclo integrato dei rifiuti, Antonella Ambrogio (nella foto) che ha relazionato sugli aspetti del Piano di Azione per l’energia sostenibile e sui progetti in campo energetico avviati dal comune di Rogliano. Il Patto impegna quasi tremila città  europee (1358 in Italia) a centrare gli obiettivi della politica comunitaria in termini di riduzione delle emissioni di Co2 attraverso una migliore efficienza energetica, la produzione e l’utilizzo sostenibile dell’energia. L’iniziativa (Covenant of Mayors) è legata infatti al Piano di Azione per l’Energia Sostenibile, strumento operativo che contiene direttive circa l’ambiente, le infrastrutture e la pianificazione urbana, le politiche per il trasporto pubblico e privato, le scelte e il comportamento di aziende e singoli cittadini. Oltre a Rogliano, nel Savuto hanno aderito anche le comunità  di Altilia, Belsito, Malito, Mangone e S. Stefano di Rogliano. “La nostra Amministrazione – ha spiegato Ambrogio – è molto attenta verso tutto ciò che riguarda l’energia rinnovabile e proprio a tal riguardo sta cercando di perseguire il traguardo posto dalla Comunità  Europea al 2020 e cioè, abbattimento delle emissioni di gas in atmosfera e aumento delle fonti rinnovabili per la produzione di energia”. Il comune di Rogliano ha già  realizzato progetti circa il risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia. Tra questi, ricordiamo, la costruzione di una centralina idroelettrica sul fiume Savuto, l’implementazione di impianti fotovoltaici, l’ottimizzazione della rete di pubblica illuminazione e del sistema di riscaldamento negli edifici di proprietà  del Comune, quindi l’approvazione del programma operativo per la realizzazione di un mini impianto eolico e di alcune pensiline fotovoltaiche su parcheggi e piste ciclabili.

Gaspare Stumpo

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com