Calcio. Bilancio (ancora) magro per l’US Rogliano

UNA vittoria, quattro pareggi, due sconfitte. Bilancio piuttosto magro per una squadra che nei mesi scorsi ha sfiorato la vittoria ai play off, ripartendo anche in questa stagione con obiettivi altrettanto ambiziosi. Un penultimo posto in classifica frutto, in parte, delle tante assenze (infortuni e squalifiche) che hanno colpito lo spogliatoio ad oggi imbottito di under. Situazioni che la compagine del Savuto ha intenzione di correggere puntando, soprattutto,  sul recupero di alcuni giocatori di esperienza. E sull’apporto sicuro dei centrocampisti Pino Buffone e Mirko Garofalo, pedine fondamentali nella economia del gioco rossonero. Perfezionata con l’intenzione di supportare un progetto intercomunale (Rogliano – S. Stefano di Rogliano), l’azione della società  guidata dal presidente Giancarlo Arcamone si basa essenzialmente sulla cura del  settore giovanile. “Abbiamo l’obbligo di uscire da una situazione bugiarda – ha detto il tecnico Walter Aloe (nella foto). I miei giocatori devono sentirsi orgogliosi di indossare questa casacca e lavorare per ripagare la fiducia di Società  e tifosi”. Aloe, ricordiamo, è subentrato a Giannetto Mirabelli. Per lui un esordio con  pareggio (2-2) casalingo contro il Vena. Il tutto in attesa dell’importante gara di domenica contro il Pianopoli (1 – 0 a favore dei lametini, nda). “Dove andremo – ha affermato l’allenatore – per giocarci la partita senza timori”. Sacrificio e responsabilità . “Non abbiamo la bacchetta magica ma – ha ribadito Aloe – dobbiamo essere in grado di miglioraci tecnicamente e tatticamente. Di mostraci compatti e reattivi, di essere pronti, anche mentalmente, all’appuntamento col successo”.

Gaspare Stumpo

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com