Maltempo, torna preoccupazione per stato viabilità 

LA SITUAZIONE di maltempo che nei giorni scorsi ha colpito la Calabria ripropone il tema della sicurezza anche alla luce delle criticità  che in passato hanno interessato il comprensorio. L’attenzione è rivolta alle aree maggiormente sensibili dal punto di vista idrogeologico, in particolare a quelle rurali che il più delle volte, negli ultimi tempi, hanno evidenziato rischi evidenti in rapporto a fenomeni meteorologici di carattere eccezionale. Frane, colate di fango, allagamenti e caduta di massi che potrebbero riproporsi e creare problemi al sistema della mobilità  e alla stessa economia del territorio. Con il peggiorare delle condizioni climatiche, infatti, aumenta la preoccupazione per la tenuta, in certi punti, della rete dei collegamenti locali ed interpoderali. Come nel caso della passerella in cemento che consente l’attraversamento del fiume Savuto tra Parenti e Rogliano, favorendo la comunicazione viaria tra il centro abitato della cittadina pre silana, la contrada ‘Cutura’ (sede di aziende agroalimentari) e le frazioni roglianesi Melobuono e Saliano. Sulla struttura vige una ordinanza di divieto di transito pedonale e veicolare. Un provvedimento adottato sulla scorta di quanto accaduto in passato allorquando, ricordiamo, una gran massa di acqua e detriti ha interessato una vasta area fluviale e semidistrutto un cantiere. Per far fronte al problema il comune di Rogliano ha avanzato richiesta di contributo per la realizzazione di un ponte in cemento armato sulla base di uno studio di fattibilità  completo di indicazioni per la messa in sicurezza della zona. L’elaborato tecnico prevede un finanziamento di quasi seicentomila euro. Il progetto consiste nella costruzione di un attraversamento costituito da un ponte a due campate e la creazione di un rilevato in grado di innalzare l’attuale sede stradale di oltre quattro metri rispetto al punto di scorrimento del corso d’acqua. Una soluzione necessaria per gli abitanti della contrada altrimenti costretti a percorsi alternativi notevolmente più lunghi e difficoltosi. Della questione sono stati interessati Regione Calabria, Provincia di Cosenza, Ministero dell’Ambiente e Protezione Civile. A distanza di anni, però, nessuna somma è stata erogata per la sistemazione del tratto di strada in località  ‘Cutura’. Tutt’altro. Gli interventi posti in essere fino a questo momento sono stati indirizzati alla realizzazione di alcune opere di consolidamento e di sistemi antierosione in aree considerate a rischio. Troppo poco per tante criticità  esistenti e per le necessità  delle popolazioni delle zone periferiche della vallata che al disagio per collegamenti vetusti oggi unisce quello derivante dalla chiusura della tratta ferroviaria Rogliano-Colosimi sulla linea Cosenza-Catanzaro. E da opere discutibili (e forse senza futuro) come la strada a scorrimento veloce Piano Lago – Medio Savuto, simbolo di errori e sprechi di cui nessuno vuol farsi carico.

Gaspare Stumpo


Nella foto: la piattaforma in cemento di contrada ‘Cutura’ – sul fiume Savuto.

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com