Un Natale ´di colore” per le strade di Rogliano

L’APPUNTAMENTO più importante di questo primo periodo natalizio in Italia è stato il pranzo del 25. Una festa condivisa da cristiani e musulmani nel pieno rispetto delle differenze religiose, che ha segnato un altro momento di serenità  lontano da guerre, persecuzioni e miseria. Ma la sorpresa più bella è stata la neve. Nessuno, prima di allora, aveva visto tanti fiocchi cadere e il paesaggio imbiancato. Per gli ospiti del centro di accoglienza di Rogliano si è trattato di un evento inatteso quanto curioso e speciale. Alle latitudini sub sahariane questo spettacolo è più raro che unico. Anche in cartolina. Così Moutari e gli altri ne hanno approfittato per alimentare il bagaglio di sensazioni in quella che è la loro ‘nuova vita’ in Italia. Un mondo totalmente differente dai villaggi africani, che in breve tempo li ha portati a rapportarsi con altra gente ed altra cultura. A distanza di quattro mesi, infatti, quasi tutti hanno imparato a parlare la nostra lingua, a prendere coscienza del fatto che è opportuno formarsi e proiettarsi verso un futuro contraddistinto da occasioni ed esperienze diverse. Oggi la maggior parte degli immigrati interagisce sui social network e qualcuno, all’indomani dell’ottenimento del permesso di soggiorno, ha cominciato anche viaggiare. “Non so se noi saremmo stati capaci di fare quello che loro stanno facendo in Italia”. Santo Custodero è soddisfatto del lavoro avviato e perfezionato dalla cooperativa ‘Le rasole’ a sostegno dei centocinquanta migranti di diversa etnia e religione giunti nel Savuto dopo uno sbarco drammatico a Lampedusa. Uomini e donne che hanno ritrovato il sorriso grazie all’impegno di professionisti e volontari che si sono adoperati con senso di responsabilità  verso quello che nell’agosto 2011 appariva come un avvenimento improvviso, un ‘live’ mai visto dalla comunità  locale, con protagonista una massa di disperati alla deriva come le stesse carrette del mare sulle quali avevano viaggiato per giorni. Una umanità  dal volto segnato dalla sofferenza che in questo quadrimestre ha ricevuto l’attenzione delle istituzioni, il rispetto della popolazione, la disponibilità  delle associazioni e delle parrocchie. Alcuni di questi, alla novena di Natale celebrata alle sei di mattina nella chiesa di S. Giorgio, hanno avuto in regalo una Bibbia da parte di don Santo Borrelli. Come segno di speranza per un domani migliore. Altri, vestiti da Babbo Natale, hanno dispensato caramelle e sorrisi per le strade del centro e delle frazioni. “Un gesto sostenuto dall’Amministrazione comunale come ulteriore momento di integrazione. Bastano cose semplici. E’ importante – ha spiegato l’assessore alla Cultura – Antonio Simarco – perché loro sono nostri fratelli. Il mondo si è aperto e noi abbiamo il dovere di farli sentire bene. Di garantire dignità  a quanti, oggi, sono ospiti della nostra Italia e della nostra Calabria”. Stephen, Omar, Ubong, Osmane, Peter, Lucky, Kingsley e Aigboglia hanno colorato strade e vicoli di Rogliano, sono stati accolti all’interno di case e negozi, hanno ricevuto doni e belle parole. Nel Cara non mancano né cibo né vestiti. Per tutti, però, a Capodanno ci saranno altri guanti, sciarpe e cappelli. In questi giorni la struttura è stata abbellita con luci, nastri colorati e persino con un presepe. Il salone ospiterà  la cena e il veglione di fine anno. Non ci saranno Mouhamed Adam e Ahmokugo Kujo, tuttora in carcere. Il prossimo 11 gennaio i due ghanesi dovranno affrontare l’incidente probatorio a Palermo per via della vicenda giudiziaria che li ha coinvolti nelle settimane scorse. Un dramma nel dramma che riporta alla mente la traversata del 4 agosto scorso nel canale di Sicilia durante la quale, ricordiamo, persero la vita decine di persone. Una brutta storia che tutti, ormai,vogliano lasciarsi alle spalle.

Gaspare Stumpo

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.


Nel video, sotto, alcuni momenti della iniziativa che in questi giorni ha visto protagonisti gli immigrati ospiti a Rogliano.

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=tgiv6parhsM&blend=1&lr=1&ob=video-mustangbase[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com