Approvato il Regolamento comunale di Protezione civile

IL CONSIGLIO comunale di Rogliano ha approvato il Regolamento di Protezione civile che prevede l’istituzione del Servizio comunale di Protezione civile con il compito di dare attuazione alle leggi nazionali e regionali in materia, nonché far svolgere e favorire iniziative per le finalità  di prevenzione, gestione dell’emergenza e ricostruzione. Il principale luogo di attività  a carattere previsionale, di controllo e formazione del personale afferente al Servizio è stato individuato nel Centro polifunzionale di Protezione civile, ubicato presso la sede Com di via Eugenio Altomare. Rogliano, infatti, è sede del Centro Operativo misto (Com 7), che comprende i comuni di Altilia, Belsito, Bianchi, Carpanzano, Cellara, Colosimi, Grimaldi, Malito, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Pedivigliano, Santo Stefano di Rogliano e Scigliano. Il Com è una struttura decentrata che coordina i servizi di emergenza. Fanno parte del Servizio comunale di Protezione civile il sindaco, i rappresentanti del Comitato comunale di Protezione civile, quelli dell’Unità  operativa di Protezione civile, i responsabili delle funzioni di supporto, l’Unità  di crisi locale e i volontari di Protezione civile. Il Regolamento favorisce la stipula di convenzioni ma, soprattutto, la partecipazione alle associazioni di volontariato legalmente riconosciute incentivandone, secondo le possibilità  di Bilancio, le attività  formative e di intervento. Un aspetto importante, quest’ultimo, che l’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Gallo intende promuovere e rafforzare ulteriormente. Sul territorio, ricordiamo, opera il gruppo di Protezione Civile ‘Città  di Rogliano’ guidato da Aurelio Scaglione, che si occupa di tutela della collettività , dell’ambiente e del patrimonio con compiti di prevenzione, assistenza e soccorso. La onlus roglianese ha avviato una collaborazione istituzionale con il Comune ma già  da tempo è impegnata nella stesura di un progetto per attività  di informazione e prevenzione e per la creazione di una rete operativa d’intervento locale.

G. St. 

 

 Nella foto, sopra:  i ‘rocciatori’ del gruppo protciv ‘Città  di Rogliano’ durante i festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità  d’Italia.

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com